Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Bando per la salvaguardia della biodiversità regionale

La Regione Emilia-Romagna ha approvato il bando unico regionale che mira alla "Salvaguardia della biodiversità regionale" del Programma
di Sviluppo Rurale 2014-2020. Gli interventi contribuiscono a “Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all'agricoltura e alla silvicoltura” e alla “Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità, compreso nelle zone Natura 2000 e nelle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici, dell'agricoltura ad alto valore naturalistico, nonché dell'assetto paesaggistico dell'Europa” e in particolare rispondono direttamente al fabbisogno “Gestione sostenibile, ripristino ecosistemi forestali/agricoli, habitat naturali/seminaturali e loro collegamento ecologico”.

Possono usufruire degli aiuti previsti le seguenti tipologie di beneficiari:
Imprese agricole singole e associate;
altri gestori del territorio incluso ONLUS ambientaliste, Enti pubblici, Proprietà collettive.

Il tipo di operazione include l’adozione di azioni innovative sinergiche e coordinate tra loro finalizzate a perseguire e concretizzare gli obiettivi di tutela della biodiversità regionale e la soluzione di criticità determinate da attività agricole intensive.
Il tipo di operazione prevede:
− l'avviamento di fasi di animazione concertative;
− il coinvolgimento del maggior numero di beneficiari;
− la definizione di un accordo di cooperazione locale, proposto da un Ente pubblico , volto a costituire un partenariato nel quale siano individuati e condivisi gli obiettivi e gli interventi da attuare, secondo un approccio collettivo da parte dei vari beneficiari e/o sottoscrittori dell’accordo.
L'accordo di cooperazione può infatti prevedere la partecipazione di sottoscrittori che non beneficiano dell’aiuto in aggiunta ai beneficiari, a condizione che la loro partecipazione risulti utile con riferimento agli obiettivi dell’accordo;
− la definizione di un progetto ambientale locale che dà attuazione all’accordo di cooperazione, con una durata massima di 2 anni, con l’individuazione delle tempistiche e delle attività in capo ad ogni partecipante per il raggiungimento degli obiettivi.
Gli interventi previsti dal progetto potranno essere relativi esclusivamente ad:
attività di cooperazione;
investimenti non produttivi;
attività di gestione delle superfici;
Le spese ammissibili potranno riguardare le seguenti tipologie di attività:
− esercizio della cooperazione (attività di animazione e di sensibilizzazione sul territorio, formulazione del progetto e formalizzazione dell’accordo con la compagine coinvolta);
− realizzazione del progetto (investimenti non produttivi, attività di gestione delle superfici condotte nel rispetto dei requisiti e degli impegni);

Al bando unico regionale sono destinate risorse pari ad Euro 2.784.100. Il sostegno previsto dal tipo di operazione è un contributo in conto capitale su una spesa massima ammissibile. Il sostegno è concesso sotto forma di sovvenzione globale. Il contributo sarà il 100% della spesa ammissibile.  I costi di cooperazione non potranno superare il 5% del valore di progetto, come quantificato in sede di istruttoria.

Scadenza: 01/07/2019

Per maggiori informazioni: http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/psr-2014-2020/bandi/bandi-2019/bando-16-5-01