Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Bando sulle buone pratiche per la promozione della salute

Nell’ambito del 3° Programma europeo in materia di Salute 2014-2020 è stato approvato l’invito a presentare proposte per progetti di “Implementation of best practices to promote health and prevent non-communicable diseases and to reduce health inequalities”  per l'iniziativa “Transferring the Wholegrain promotion initiative to other countries”.
Gli obiettivi generali del programma sono integrare, sostenere e aggiungere valore alle politiche degli Stati membri volte a migliorare la salute dei cittadini dell'Unione e ridurre le disuguaglianze sanitarie promuovendo la salute, incoraggiando l'innovazione sanitaria, aumentando la sostenibilità dei sistemi sanitari e proteggere i cittadini dell'Unione dalle gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero.


Le sovvenzioni possono essere concesse a organismi pubblici, non governativi o privati legalmente costituiti, tra cui autorità pubbliche, enti del settore pubblico, in particolare istituti di ricerca e sanità, università e istituti di istruzione superiore. Non esiste un numero minimo di partner per cui una proposta sia idonea. Tuttavia, le attività proposte devono essere svolte in almeno 3 paesi ammissibili e in aree  particolarmente colpite dall'elevato afflusso di rifugiati.


Le malattie croniche non trasmissibili hanno un impatto importante sulla salute dei cittadini europei, sul peso dei sistemi sanitari e sulla produttività delle nostre società. Contribuire affinché i responsabili delle decisioni negli Stati membri abbiano le conoscenze più aggiornate sulle migliori pratiche relative alla riduzione di tali oneri, è necessario per sostenere meglio i sistemi sanitari nazionali e i cittadini dell’UE. Supportare la consapevolezza, l’impegno e lo svolgimento delle iniziative che hanno dimostrato di funzionare è un modo essenziale per creare e fornire valore ai cittadini.

Tutti i progetti dovrebbero:
− fornire un elevato valore aggiunto a livello dell'UE,
− essere pertinenti con gli obiettivi e le priorità definiti nell'attuale piano di lavoro annuale,
− essere innovativi e durare non più di tre anni.
Si noti che le spese generali (costi indiretti) non sono ammissibili per i richiedenti che ricevono una sovvenzione di funzionamento dal bilancio dell'Unione durante il periodo in questione.


I progetti oggetto dell'invito possono ricevere un cofinanziamento fino al 60-80% dei costi ammissibili.


Scadenza: ore 17 del 13/03/2019.

 

Maggiori informazionihttps://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/opportunities/topic-search;freeTextSearchKeyword=;typeCodes=1;statusCodes=31094501,31094502;programCode=null;programDivisionCode=null;focusAreaCode=null;crossCuttingPriorityCode=null;callCode=31106608;sortQuery=openingDate;orderBy=asc;onlyTenders=false