Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Coronavirus: Erasmus+ mobilitato per una forte risposta alla pandemia

Lo scorso 14 agosto, la Commissione europea ha adottato una revisione del programma di lavoro annuale di Erasmus+ 2020, stanziando un ulteriore importo di 200 milioni di euro per rafforzare l'istruzione e la formazione digitale e promuovere lo sviluppo delle competenze e l’inclusione attraverso la creatività e le arti.

La pandemia di COVID-19 ha avuto un impatto dirompente sull'istruzione e sulla formazione, facendo emergere nuovi modi di insegnamento e apprendimento che richiedono soluzioni innovative, creative e inclusive.

In particolare, il programma sosterrà progetti volti a migliorare la didattica, l'apprendimento e la valutazione digitale nelle scuole, nell'istruzione superiore e nella formazione professionale.

Offrirà inoltre alle scuole, alle organizzazioni giovanili e agli istituti di istruzione per adulti la possibilità di sostenere lo sviluppo delle competenze, stimolare la creatività e rafforzare l'inclusione sociale attraverso le arti, insieme ai settori culturali e creativi.

I bandi per i progetti in questi settori saranno pubblicati all'inizio dell'autunno.

Le organizzazioni interessate sono invitate a contattare l’Agenzia nazionale Erasmus+ del proprio Paese.

 

Vai al sito della Commissione europea - Rappresentanza in Italia