Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

L'antibarbarie ottobre/dicembre 2020 - “Riparare il mondo: fare memoria per costruire la pace”

L’antibarbarie è la nonviolenza, con il suo bagaglio teorico e pratico fondato sul dialogo e sull’ascolto, cornice entro la quale costruire relazioni rispettose e giuste, nei diversi contesti sociali in cui si presentano criticità e conflittualità, a livello locale, europeo o globale. È la strada maestra per realizzare incontro, inclusione, condivisione in una società attraversata da preoccupanti lacerazioni, frutto in larga misura di pregiudizi.

 “Riparare il mondo: fare memoria per costruire la pace”

Gli incontri sono promossi da Caritas modenese, Movimento Nonviolento, Casa per la Pace Modena, coop. Sociale Mediando e centro Europe Direct del Comune di Modena.

 

Sabato 10 ottobre, ore 10:30
Sala Officina Windsor Park, in via San Faustino 155/U
Alexander Langer e la Laudato sì: la necessità di una conversione ecologica per salvare il pianeta
Erio Castellucci (Vescovo di Modena, autore di “La tela sfregiata. La responsabilità dell’uomo nel creato”): saluto econtributo videoregistrato
Mao Valpiana (direttore di Azione nonviolenta) dialoga con Giannozzo Pucci (autore di “La rivoluzione integrale. Idee e proposte ispirate all’ecologia integrale dell’enciclica Laudato si’”)
Marzio Marzorati (co-autore di “Alexander Langer, una buona politica per riparare il mondo”)

Mercoledì 4 novembre, ore 18:00
EVENTO ONLINE
Per la pace e la sicurezza: investire sui Corpi Civili di Pace e sul Servizio Civile
L’esperienza profetica della Comunità di Pace di San José de Apartadò (Colombia): testimonianze dei suoi membri e di Silvia De Munari (Operazione Colomba-Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII). Partecipa Irma Romero (Fondazione TEFA Colombia).
Un’esperienza tra i “Caschi Bianchi” in Serbia: Eleonora Costa (Servizio Civile-Caritas Italiana).
coordina Giulia Zurlini Panza (Operazione Colomba-Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII)
In streaming su http://www.caritas.mo.it/ e sul canale facebook caritasmodenese

Giovedì 10 dicembre, ore 20:30
A come Srebrenica – un genocidio che non deve essere dimenticato monologo di Roberta Biagiarelli, attrice, artista multidisciplinare e maker culturale

Venerdì 11 dicembre, ore 18:00
Curare le ferite aperte dalla guerra nei Balcani dopo la violenza: il difficile percorso di elaborazione e riconciliazione
Paolo Bergamaschi già consigliere politico presso la Commissione Esteri del Parlamento europeo
Gianbattista Rigoni Stern dottore in Scienze Forestali e artefice del progetto di solidarietà “La transumanza della pace”
Nedim Arnautovic testimone e volontario originario di Sarajevo
coordina Roberta Biagiarelli

 

Sarà possibile seguire gli incontri:
- in PRESENZA, con prenotazione obbligatoria chiamando il 3341234360 (dopo le 18:00) o scrivendo a
- in STREAMING, collegandosi a www.caritas.mo.it o sulla pagina Facebook della Caritas diocesana modenese