Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Scuola e social media al tempo del Coronavirus

Lo scorso anno la scuola secondaria di 1^ grado dell’IC 10 di Modena ha avviato un progetto ERASMUS+ sul tema dei Social Media a scuola. Si tratta di un progetto Erasmus della tipologia KA201, ovvero del ramo finalizzato alla cooperazione per l’innovazione tra gli stati europei e allo scambio delle buone pratiche a scuola (“Educational Toolkit for the Development of Social Media Literacy”).

Il partner capofila è il Lyceul Teoretic de Informatica “Grigore Moisil di Iasi in Romania. Ad esso si sono uniti oltre all’IC 10 di Modena come partner italiano, l’ Agrupamneto de Escolas di Frexio, in Portogallo, il CiTip Katholeike Universiteit di Leuven in Belgio e il Center for Indipendent Journalism in Romania.

La finalità del progetto è la realizzazione di un toolkit per docenti e per studenti costituito da materiali formativi e informativi, una guida metodologica per gli insegnanti e da un’app per promuovere l’uso consapevole dei social media e la loro integrazione nella didattica. Pur consapevoli che si tratta di un progetto innovativo che riguarda un argomento molto attuale, mai avremmo immaginato, a settembre 2019, quanto sarebbe stato up to date.

Questa pandemia, il lockdown trascorso e la didattica a distanza che si è dovuta approntare, spesso improvvisare, hanno gettato nuova luce sull’uso dei Social Media: non più alla ribalta solo per gli aspetti da tenere sotto controllo, come il cyber bullismo o la dipendenza da cellulare o da internet, ma anche per il supporto che possono dare alla didattica e all’apprendimento. Internet in generale e i Social Media in modo particolare sono parte integrate ormai della vita dei cittadini del 21esimo secolo e, aldilà di ogni ipocrisia, anche dei Teens.

Proprio per questo, ormai da diversi anni l’Unione europea ha compreso che uno dei nuovi compiti della scuola che vuole educare al futuro le nuove generazioni è quello di introdurre percorsi di alfabetizzazione digitale e ai Social Media. La scuola, assieme alle famiglie, è l’agenzia deputata a sviluppare un uso consapevole della tecnologia a disposizione, sia in termini di educazione personale che per il beneficio della società in cui si vive e in cui le nuove generazioni contribuiranno come lavoratori.

Di fatto i Social media e le nuove tecnologie digitali offrono molte opportunità, anche nei processi educativi e didattici di tutte le discipline. Ma il mondo della scuola ha davvero compreso appieno come governare tali processi?

Come si può portare tale consapevolezza a livello istituzionale di sistema? Il progetto si concluderà nel 2021 e si prefigge di realizzare diverse attività e un “Multiplier event” dal titolo Let’s talk about the Social Media at school aperto a un ampio pubblico delle scuole del contesto locale e nazionale.

Keep in touch!

Monica Giansanti e Maria Cristina Rizzo docenti della scuola secondaria dell’IC10