Agosto 2019

Agosto 2019

Agosto 2019

Europa - News e aggiornamenti sulle opportunità per cittadini, scuole e associazioni offerte dai programmi dell'Unione Europea

 


 

NOVITA' DA EUROPE DIRECT DI MODENA
"WellFARE? Benfatto!", mostra e laboratori interattivi dedicati al Pilastro europeo dei diritti sociali, 13,14 e 15 settembre 2019
Project Australia - studiare, lavorare e vivere nel paese dei canguri
Educare alla cittadinanza europea

BREVI DALL'EUROPA
Governance: lo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività
Protezione dell'ambiente
Gli europei sono ottimisti circa lo stato dell'Unione europea, parola di Eurostat

IN EVIDENZA
Europeers Italia, “ambasciatore” della mobilità europea
i-Portunus: la mobilità degli artisti nell’UE

TIROCINIO, STUDIO, LAVORO e VOLONTARIATO
Tirocini amministrativi e di traduzione alla Commissione Europea
Stage in Lussemburgo nel settore sostenibilità
Tirocini presso la Corte di Giustizia

NOVITA' DA EUROPE DIRECT DI MODENA

"WellFARE? Benfatto!", mostra e laboratori interattivi dedicati al Pilastro europeo dei diritti sociali, 13,14 e 15 settembre 2019
Tre giorni per ampliare la propria conoscenza dell'Unione europea.
Laboratori interattivi, quiz e una mostra dedicati alle politiche sociali europee e al loro impatto sulla vita delle persone.
Le attività si terranno in Galleria Europa, Piazza Grande 17, Modena.
Vi aspettiamo!
Per saperne di più

Project Australia - studiare, lavorare e vivere nel paese dei canguri
Il Centro Europe Direct e il Servizio Informagiovani del Comune di Modena organizzano l'incontro informativo "Project Australia- studiare, lavorare e vivere nel paese dei canguri".
Quali sono le opportunità? Come si partecipa? E quali sono i costi?
Interverrà Martina Colletta di Study  Australia, società specializzata in formazione all’estero con un focus specifico verso le Università in Australia, corsi di lingua, scuole superiori e viaggi studio all’estero per ragazzi e adulti. Si occupa di assistere i ragazzi interessati a vivere un’esperienza di studio/lavoro in Australia fornendo consigli utili con un servizio di counselling gratuito.
L'incontro si terrà il 26 settembre, a partire dalle 16,30, in Galleria Europa, Piazza Grande 17, Modena.
Per saperne di più

Educare alla cittadinanza europea
Al via la proposta degli itinerari didattici per l'a.s. 2019/2020.
Gli itinerari sono incontri, differenziati per età, per avvicinare gli studenti ai temi della cittadinanza europea e a ciò che questo oggi significa per loro in termini di opportunità, diritti riconosciuti e libera circolazione.
La partecipazione è gratuita.
Per saperne di più 

BREVI DALL'EUROPA

Governance: lo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività
La Commissione europea ha proposto un quadro di governance per lo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività. Lo strumento aiuterà gli Stati membri della zona euro e gli altri Stati membri partecipanti ad aumentare la resilienza delle loro economie e della zona euro.
La proposta  prevede che il Consiglio, a seguito di discussioni in seno all'Eurogruppo, definisca ogni anno orientamenti strategici sulle riforme e le priorità di investimento per l'intera zona euro. Successivamente il Consiglio adotterà inoltre una raccomandazione con orientamenti specifici per paese rivolta a ciascuno Stato membro della zona euro per quanto concerne le riforme e gli investimenti da sostenere nell'ambito dello strumento.
In particolare, il nuovo quadro consentirà agli Stati membri della zona euro di: fissare orientamenti strategici per le riforme e le priorità di investimento nella zona euro (nell'ambito della raccomandazione per la zona euro); fornire orientamenti specifici per paese in relazione alle riforme e agli obiettivi di investimento, da adottare parallelamente alle raccomandazioni specifiche per paese; ricevere dalla Commissione informazioni relative al seguito dato dagli Stati membri della zona euro ai precedenti orientamenti strategici.
Lo strumento di bilancio per la convergenza e la competitività sarà istituito nell'ambito della proposta relativa al programma di sostegno alle riforme. Lo strumento di bilancio dovrebbe far parte del bilancio dell'Unione e la sua entità sarà determinata nel contesto dei negoziati sul prossimo bilancio a lungo termine dell'UE per il periodo 2021-2027.
Per saperne di più

Protezione dell'ambiente
La Commissione europea ha adottato una comunicazione in cui delinea un nuovo quadro di azioni volte a proteggere e ripristinare le foreste del pianeta, che custodiscono l'80 % della biodiversità terrestre, contribuiscono al sostentamento di circa un quarto della popolazione mondiale e costituiscono una risorsa fondamentale nella lotta contro i cambiamenti climatici. L'ambizioso approccio europeo definito oggi è una risposta all'annoso problema della distruzione delle foreste, che continua a interessare tutto il mondo: tra il 1990 e il 2016 sono andati persi 1,3 milioni di chilometri quadrati, equivalenti a circa 800 campi da calcio l'ora. Tra i principali responsabili della deforestazione c'è la domanda di alimenti, mangimi, biocarburanti, legname e altri prodotti.
Le priorità della Commissione europea sono: ridurre l'impronta dei consumi dell'UE sul suolo e incoraggiare il consumo di prodotti provenienti da catene di approvvigionamento che non contribuiscano alla deforestazione nell'UE; collaborare con i paesi produttori per diminuire la pressione sulle foreste e spingere l'UE verso una cooperazione allo sviluppo che non sia causa di deforestazione; rafforzare la cooperazione internazionale per arrestare la deforestazione e il degrado forestale e promuovere il ripristino delle foreste; riorientare i finanziamenti verso pratiche più sostenibili di uso del suolo; sostenere la disponibilità, la qualità e l'accesso alle informazioni sulle foreste e le catene di approvvigionamento dei prodotti e promuovere la ricerca e l'innovazione.
Per saperne di più

Gli europei sono ottimisti circa lo stato dell'Unione europea, parola di Eurostat
Eurostat, l'Ufficio statistico dell'Unione europea, ha pubblicato la nuova indagine Eurobarometro. L'indagine è stata svolta tra il 7 giugno e il 1° luglio 2019 in tutti i 28 paesi dell'UE e in 5 paesi candidati. Da essa emerge un forte aumento della percezione positiva dell'Unione europea da parte dei cittadini in tutti i settori, dall'economia allo stato della democrazia. Questi sono i risultati migliori registrati nel periodo successivo all'indagine Eurobarometro del giugno 2014, condotta prima dell'insediamento della Commissione Juncker.
Per saperne di più

IN EVIDENZA

Europeers Italia, “ambasciatore” della mobilità europea
La mobilità europea per le nuove generazioni genera meccanismi virtuosi sul territorio, oltre che favorire partecipazione attiva, inclusione sociale; e ancora rafforza la formazione e l’acquisizione di conoscenze e competenze. E fra tutti, promuove e sviluppa integrazione e cittadinanza europea.
Per questo, l'Agenzia Nazionale per i Giovani ha deciso di lanciare in Italia il network nazionale degli Europeers, una rete presente in diversi Paesi d’Europa e che finalmente arriva anche in Italia, con l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero di ragazze e ragazzi che hanno partecipato a scambi giovanili, esperienze di volontariato europeo, progetti di solidarietà europei, dialogo strutturato a livello europeo e/o ad altre opportunità previste nell'ambito dei Programmi europei per i Giovani, da ultimo Erasmus+ e Corpo Europeo di Solidarietà. I giovani che entreranno a far parte della rete italiana degli EuroPeers, grazie alla azione di supporto che l’Agenzia metterà in campo, avranno l’occasione di far parte di una community, di partecipare attivamente a specifiche iniziative formative/informative promosse dall’ANG.
Requisiti: persone di età tra i 16 e i 30 anni che hanno vissuto un’esperienza di mobilità europea.
Per saperene di più

i-Portunus: la mobilità degli artisti nell’UE
i-Portunus è un progetto pilota finanziato dalla Commissione europea che garantisce agli artisti attivi nel campo delle arti dello spettacolo e delle arti visive, un sostegno finanziario al fine di poter lavorare in un altro paese per periodi compresi tra 15 e 85 giorni.
Dopo l'investimento pari a 1 milione di EUR stanziato quest'anno, la Commissione intende investire altri 1,5 milioni di EUR per bandi analoghi il prossimo anno, con l’obiettivo di prepararsi al 2021, anno in cui in base al nuovo programma Europa creativa è previsto che la mobilità degli artisti diventi un'azione permanente.
Scadenza di presentazione delle domande: 5 settembre 2019.
Per partecipare

TIROCINIO, STUDIO, LAVORO e VOLONTARIATO

Tirocini amministrativi e di traduzione alla Commissione Europea
La Commissione europea organizza due volte l'anno dei tirocini per laureati che desiderino fare esperienza professionale nel settore amministrativo o della traduzione.
I tirocini mirano a fornire ai giovani laureati un'opportunità unica e un'esperienza diretta del funzionamento della Commissione europea, in particolare, e delle istituzioni comunitarie, in generale. Il tirocinio intende inoltre fornire l'opportunità di comprendere gli obiettivi e i traguardi dei processi di integrazione e delle politiche comunitarie, consentendo ai tirocinanti di acquisire un'esperienza diretta e di conoscere il lavoro quotidiano dei dipartimenti e servizi della Commissione.
Requisiti: aver completato il primo ciclo di un corso di istruzione superiore (istruzione universitaria) e aver ottenuto una laurea di primo livello o un titolo equivalente, entro il termine ultimo previsto per la presentazione delle candidature possedere un'ottima conoscenza di almeno due lingue comunitarie, una delle quali deve essere una delle lingue di lavoro della Commissione europea (inglese, francese o tedesco); non aver realizzato nessuna esperienza lavorativa presso un'altra istituzione o organismo dell'UE per periodi maggiori alle 6 settimane.
Per il tirocinio nel settore traduzione: essere in grado di tradurre nella propria madre lingua o lingua principale da due lingue comunitarie ufficiali;
la prima lingua di partenza  deve essere l'inglese, il francese o il tedesco.
Durata: 3 o 5 mesi a partire dal  marzo 2020.
Borsa di tirocinio: 1.194,84 euro.
Scadenza: 30 agosto
Per partecipare

Stage in Lussemburgo nel settore sostenibilità
Il gruppo Ferrero, multinazionale specializzata in prodotti dolciari, icerca uno stagista motivato a prendere parte ad un’esperienza di stage di 6 mesi per supportare il team della sostenibilità in tutte le attività commerciali quotidiane e progetti in corso
Mansioni: sviluppo di fogli di lavoro interni/strumenti per l’interpretazione e la visualizzazione dei dati, analisi dei dati, benchmarking dei concorrenti attraverso la raccolta di materiale pertinente su diversi temi di sostenibilità, aggiornamento del modello ambientale e monitoraggio KPI. gestione del database ambientale, attività e processi di snellimento, analisi della biodiversità, analisi delle unità di consumo per la valutazione del ciclo di vita.
Requisiti: studente o laureato in Economia aziendale, Economia, Ingegneria, Gestione della qualità o settori correlati, ottima conoscenze dell'inglese, appassionato di sostenibilità e argomenti correlati.
Stipendio 1.500 euro lordi.
Periodo: 6 mesi a partire da settembre.
Scadenza: prima possibile.
Per partecipare

Tirocini presso la Corte di Giustizia
La Corte di Giustizia è l'istituzione europea che garantisce il rispetto del diritto dell'UE negli Stati membri e nelle Istituzioni UE.
La Corte di Giustizia ogni anno mette a disposizione un limitato numero di tirocini retribuiti della durata massima di cinque mesi. I tirocini si svolgono generalmente presso la Direzione Ricerca e Documentazione, il Servizio Stampa e Informazione, la Direzione Generale Traduzione e Interpretariato.
Requisiti:  essere cittadini di uno Stato membro dell'UE; essere in possesso di un diploma di laurea in Giurisprudenza o in Scienze Politiche (Giurisprudenza è preferibile), o, per tirocini alla Direzione Interpretazione, un diploma d'interprete di conferenza,  se necessario accompagnato da un diploma post-laurea o da una esperienza professionale equivalente; avere una perfetta conoscenza di una delle lingue ufficiali dell'UE e una buona conoscenza di una seconda. Si raccomanda una buona conoscenza del francese.
Periodo: 3 mesi a partire da marzo 2020.
Stipendio: 1.120 euro netti al mese.
Scadenza: 15 settembre 2019.
Per partecipare