Giugno 2019

Giugno 2019

Giugno 2019

Europa - News e aggiornamenti sulle opportunità per cittadini, scuole e associazioni offerte dai programmi dell'Unione Europea

 


 

NOVITA'DA EUROPE DIRECT DI MODENA
Orario estivo
Educare alla cittadinanza europea

BREVI DALL'EUROPA
Prospettive finanziarie dell'Unione europea 2021 - 2027
Brexit senza accordo: preparativi in vista del Consiglio europeo di giugno
DiscoverEU: altri 20.000 giovani esploreranno l'Europa
Mercato unico digitale: 8 "supercomputer" europei di cui uno Bologna
Dieci anni di Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea
Energia pulita: al via un nuovo fondo d’investimento e una nuova cooperazione

IN EVIDENZA
Focus Epale sull’apprendimento non formale e informale
Girls 4 STEM in Europe

TIROCINIO, STUDIO, LAVORO e VOLONTARIATO
Tirocini retribuiti all'Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare, Parma
Tirocini retribuiti presso il Parlamento Europeo
Progetto di volontariato europeo “PIECE OF MYHEART”
Borse di studio per studenti e ricercatori italiani, Francia

NOVITA' DA EUROPE DIRECT DI MODENA

Orario estivo
Dal 1 luglio al 31 agosto, il centro Europe Direct cambia orario:
lunedì, martedì, mercoledì e venerdì 9.00 – 13.00; giovedì 9.00-18.00.
Chiuso giovedì 15 agosto e venerdì 16 agosto.

Educare alla cittadinanza europea
Al via la proposta degli itinerari didattici per l'a.s. 2019/2020.
Gli itinerari sono incontri, differenziati per età, per avvicinare gli studenti ai temi della cittadinanza europea e a ciò che questo oggi significa per loro in termini di opportunità, diritti riconosciuti e libera circolazione.
La partecipazione è gratuita.
Per saperne di più 

BREVI DALL'EUROPA

Prospettive finanziarie dell'Unione europea 2021 - 2027
A maggio e giugno del 2018 la Commissione ha presentato una proposta per un bilancio a lungo termine nuovo e moderno, rigorosamente orientato alle priorità dell'Unione, comprese le proposte legislative per i 37 programmi settoriali. Partendo da questa base, sia il Parlamento europeo che il Consiglio hanno già fatto molto. Sono stati compiuti progressi per quanto riguarda il quadro generale; molte proposte settoriali sono state almeno parzialmente chiuse.
Allo stesso tempo, alcune questioni politiche fondamentali, in particolare gli aspetti finanziari, sono ancora oggetto di discussione. È giunto il momento di affrontarle. Il Consiglio europeo di giugno dovrebbe avviare una nuova fase dei negoziati politici , che dovrebbero concentrarsi maggiormente sulle questioni finanziarie e su altre questioni strategiche. Questo è l'unico modo per garantire che sia raggiunto un accordo tempestivo e che i nuovi programmi siano operativi entro il 1º gennaio 2021.
In vista del Consiglio europeo del 20 e 21 giugno, la Commissione europea invita i leader ad accelerare il ritmo dei negoziati sul prossimo bilancio a lungo termine dell'UE per il periodo 2021-2027, in modo da raggiungere un accordo entro l'autunno. Un accordo è a portata di mano, ma resta ancora molto da fare, visto che la posta in gioco è alta.
Per saperne di più

Brexit senza accordo: preparativi in vista del Consiglio europeo di giugno
In vista del Consiglio europeo del 21 e 22 di giugno, la Commissione europea presenta la quinta comunicazione sui preparativi per la Brexit, nella quale fa il punto delle misure di preparazione e di emergenza predisposte dall'Unione europea. Data l'incertezza che nel Regno Unito continua a circondare la ratifica dell'accordo di recesso concordato con il governo del paese a novembre 2018 e in considerazione della situazione politica generale in cui versa il paese sul piano nazionale, l'ipotesi di uscita senza accordo il 1° novembre 2019 resta un esito possibile. Dal dicembre 2017 la Commissione europea si prepara ad un'uscita senza accordo. Ad oggi la Commissione ha presentato 19 proposte legislative: 18 sono state adottate dal Parlamento europeo e dal Consiglio, mentre un accordo politico è stato raggiunto sulla diciannovesima (il regolamento di emergenza sul bilancio dell'UE per il 2019) la cui adozione formale è attesa nel corso di questo mese. La Commissione ha inoltre adottato 63 atti non legislativi e pubblicato 93 avvisi sui preparativi alla Brexit. Data la proroga del termine di cui all'articolo 50, la Commissione ha esaminato tutte queste misure per verificare che continuassero a raggiungere gli scopi voluti, giungendo alla conclusione che restano idonee, e che quindi non serve modificarle nella sostanza né prevedere nuove misure prima della nuova data di recesso. La Commissione ricorda che spetta ai singoli portatori di interessi prepararsi ad ogni evenienza. Poiché l'uscita senza accordo resta uno degli esiti possibili, la Commissione raccomanda vivamente a tutti loro di approfittare dei tempi della proroga per fare il necessario per prepararsi al recesso del Regno Unito dall'UE.
Per saperne di più

DiscoverEU: altri 20.000 giovani esploreranno l'Europa
DiscoverEU rappresenta un'esperienza di viaggio accessibile e semplice, rivolta a singoli giovani o a piccoli gruppi, anche provenienti da contesti svantaggiati. Fornisce ai diciottenni la possibilità di conoscere il patrimonio culturale e la diversità dell'Europa, entrare in contatto con altri giovani e scoprire la loro identità europea.
L'edizine 2019 ha suscitato l'interesse di quasi 95 000 giovani di tutti gli Stati membri dell'UE, che si sono candidati nel periodo di due settimane conclusosi il 16 maggio 2019. I giovani selezionati saranno 20.000 e  potranno viaggiare da soli o in gruppi costituiti da non più di cinque persone, per un massimo di 30 giorni tra il 1° agosto 2019 e il 31 gennaio 2020. La maggior parte di loro viaggerà in treno e in casi eccezionali con mezzi di trasporto alternativi.
Per saperne di più

Mercato unico digitale: 8 "supercomputer" europei di cui uno Bologna
Con un grande passo avanti per rendere l'Europa una regione di supercalcolo all'avanguardia a livello mondiale, l'impresa comune europea per il calcolo ad alte prestazioni ha selezionato in 8 Stati membri gli 8 siti per centri di supercalcolo che ospiteranno le nuove macchine per l'elaborazione automatica dell'informazione ad alte prestazioni. I siti ospitanti saranno ubicati a Sofia (Bulgaria), Ostrava (Cechia), Kajaani (Finlandia), Bologna (Italia), Bissen (Lussemburgo), Minho (Portogallo), Maribor (Slovenia) e Barcellona (Spagna). Sosterranno lo sviluppo di applicazioni importanti in ambiti quali la medicina personalizzata, la progettazione di farmaci e materiali, la bioingegneria, le previsioni meteorologiche e i cambiamenti climatici. In totale, 19 dei 28 paesi partecipanti all'impresa comune faranno parte dei consorzi che gestiranno i centri e il bilancio complessivo, con i fondi dell'Unione europea, sarà pari a 840 milioni di euro.
Il supercalcolo è una priorità fondamentale del programma Europa digitale dell'UE, proposto dalla Commissione nel maggio 2018 nell'ambito del bilancio a lungo termine dell'UE per il periodo 2021-2027, che comprende una proposta di 2,7 miliardi di € per finanziare il supercalcolo in Europa. Tale bilancio consentirà all'impresa comune di sostenere l'acquisizione di supercomputer a esascala (in grado di eseguire 1018 calcoli al secondo, ovvero mille petaflop) entro il 2023 e di sviluppare applicazioni di punta destinate a questi supercomputer e le competenze necessarie per il loro utilizzo.
Per saperne di più

Dieci anni di Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea
Grazie alla Carta, negli ultimi dieci anni nell'operato delle istituzioni dell'UE, si è sviluppata una cultura dei diritti fondamentali. Tuttavia, il documento risulta essere ancora poco conosciuto e non sfruttato al massimo del suo potenziale a livello di catena di applicazione.
Secondo la relazione, i responsabili politici sono sempre più consapevoli dell'importanza di garantire che le varie iniziative rispettino i diritti sanciti dalla Carta. L’Unione Europea ha adottato numerose misure volte a tutelare i diritti fondamentali delle persone, come il regolamento generale sulla protezione dei dati.
Le autorità nazionali, compresi gli organi giurisdizionali, sono tenute ad applicare la Carta quando attuano il diritto dell'UE. I riferimenti a questo documento da parte della Corte di giustizia dell'Unione europea sono notevolmente aumentati, passando da 27 nel 2010 a 356 nel 2018. Anche gli organi giurisdizionali nazionali fanno riferimento alla Carta nelle loro decisioni e si rivolgono sempre più spesso alla Corte di giustizia dell'Unione europea per chiedere orientamenti.
Tuttavia, la Carta non è ancora sfruttata al massimo del suo potenziale ed è ancora poco conosciuta, soprattutto a livello nazionale. L'Agenzia dell'Unione europea per i diritti fondamentali evidenzia la mancanza di politiche nazionali che ne promuovano la conoscenza e l'attuazione.
Il 12 novembre di quest'anno la Commissione europea, la presidenza finlandese dell'UE e l'Agenzia dell'Unione europea per i diritti fondamentali terranno una conferenza per celebrare il decennale della Carta. I partecipanti rifletteranno su come migliorarne l'utilizzo sul campo, negli Stati membri.
Vai al report

Energia pulita: al via un nuovo fondo d’investimento e una nuova cooperazione
In occasione della quarta riunione ministeriale di "Mission Innovation", la Commissione europea, la Banca europea per gli investimenti e Breakthrough Energy Ventures hanno dato il via ad un fondo d'investimento di 100 milioni di euro per aiutare le imprese europee innovatrici a sviluppare e commercializzare tecnologie energetiche pulite radicalmente nuove.
Per saperne di più

IN EVIDENZA

Focus Epale sull’apprendimento non formale e informale
Epale - Electronic Platform for Adult Learning in Europe è uno spazio virtuale aperto a tutti coloro che operano nel settore dell’educazione degli adulti.
Gli apprendimenti non formali e informali sono quelli legati al lavoro, alla famiglia e al tempo libero. Pur essendo considerato ancora subalterno rispetto ai percorsi di istruzione e formazione formale, questo ambito ha iniziato ad acquisire importanza e visibilità con la nascita del concetto di apprendimento permanente e con l’avvio di azioni politiche europee che ne valorizzano la centralità per un sapere che definisca per intero le conoscenze accanto alle competenze e abilità della persona.
Epale dedica il focus tematico dei mesi di giugno e luglio all’apprendimento non formale e informale, mettendo in evidenza i risultati di progetti, le risorse e le notizie elaborate dalle organizzazioni  all’interno della sezione tematica dedicata (cambiando la versione linguistica della stessa sezione si ottengono contenuti diversi, provenienti dal corrispondente ambito nazionale).
Per saperne di più

Girls 4 STEM in Europe
Il bando Girls 4 STEM in Europe è stato lanciato dalla Commissione Europea con l'obiettivo di contribuire a promuovere e a insegnare alle ragazze le materie scientifiche, ingegneristiche, tecnologiche e matematiche (STEM) in modo attraente e coinvolgente, al fine di affrontare il divario di competenze esistente nei settori STEM all'interno dell'UE e in particolare la carenza di donne e i crescenti tassi di abbandono delle scuole a indirizzo STEM da parte delle ragazze.
Il bando sostiene un solo progetto pilota che realizzi una duplice azione:
- la creazione di una rete di scuole, università, istituti di istruzione superiore e imprese che opererà come una piattaforma per sostenere l'avanzamento delle ragazze nell'istruzione e nelle carriere STEM, per scambiare migliori pratiche e sensibilizzare le ragazze di tutta Europa in merito all?ampio spettro di offerte di istruzione e formazione.
- l'ideazione di campi estivi gratuiti per ragazze di 13-18 anni (in genere di 1 o 2 settimane) per far conoscere alle ragazze della scuola media e superiore l'ampia gamma di materie STEM, in particolare i principi dell'ingegneria del software e i linguaggi di programmazione. Le esperienze e le opinioni raccolte nel corso dei campi estivi e di altre azioni saranno utilizzate dalla rete per fornire raccomandazioni e linee guida pratiche per la replicazione dell'iniziativa a livello locale.
Chi può partecipare: organizzazioni senza scopo di lucro, autorità pubbliche a livello locale, regionale o nazionale, organizzazioni internazionali, università e centri di ricerca, istituti di istruzione, imprese, persone fisiche, con sede nei Paesi UE o EFTA (Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera).
Il bilancio totale destinato al cofinanziamento di progetti nell'ambito del presente invito a presentare proposte è stimato in 350.000 euro. Il contributo può coprire fino al 70% dei costi totali ammissibili del progetto.
Scadenza: 27 agosto 2019.
Per saperne di più

TIROCINIO, STUDIO, LAVORO e VOLONTARIATO

Tirocini retribuiti all'Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare, Parma
L'Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare(EFSA) è l’agenzia europea per la consulenza scientifica e la comunicazione sui rischi associati alla catena alimentare, offre opportunità di tirocinio nei settori delle scienze, la comunicazione o l’amministrazione.
L'Agenzia cerca persone in possesso di una laurea di primo livello e in possesso di una buona conoscenza della lingua inglese  (livello minimo livello B2) da inserire come tirocinanti.
Durata: da 5 a 12 mesi.
Stipendio: 1,160 euro mensili.
Scadenza: 1 luglio 2019 con inizio a novembre 2019.
Per saperne di più

Tirocini retribuiti presso il Parlamento Europeo
Il Parlamento Europeo offre tirocini retribuiti a titolari di diploma universitario al fine di di consentire ai tirocinanti di completare le conoscenze che hanno acquisito nel corso dei loro studi e di familiarizzarsi con l'attività dell'Unione europea e, in particolare, del Parlamento europeo.
Durata: 5 mesi.
Stipendio: 1335.69 euro al mese.
Scadenza: 30 giugno 2019 con inizio a ottobre 2019.
Per saperne di più

Progetto di volontariato europeo “PIECE OF MYHEART”
L’associazione ungherese Co-Efficient (Együttható Egyesület) promuove un progetto di volontariato dal titolo “Piece of My Heart”. Il progetto vedrà coinvolgimento di 6 giovani volontari europei in un doposcuola che organizza attività pomeridiane per circa 30 bambini provenienti da contesti svantaggiati.
Requisiti:
Dove: Gyöngyös, nel nord est dell’Ungheria
Durata:12 mesi a partire da Luglio 2019.
Condizioni: i costi di viaggio, vitto, alloggio, assicurazione medica e indennità mensile sono coperti dal programma Erasmus+
Destinatari: persone di età compresa tra i 18 e i 30 anni interessati al lavoro sociale e educativo. Richiesta la conoscenza dell’inglese, creatività, apertura mentale, curiosità e interesse nel progetto.
Scadenza: 16 Giugno 2019.
Per informazioni, contattare: evs@egyutthato.eu
Per saperne di più

Borse di studio per studenti e ricercatori italiani, Francia
Il Governo Francese mette a disposizione 2 tipi di borse di studio per gli studenti italiani:
borse di mobilità per studenti iscritti ad un corso di magistrale a doppio titolo (consulta l'elenco): massimo 5 mensilità consecutive del valore di 770 euro che sosterranno unicamente il soggiorno in Francia. Lo statuto di borsista del governo francese prevede, inoltre, la gratuità dell’assistenza sanitaria e vari servizi offerti dall’operatore Campus France;
borse di mobilità per dottorandi: massimo 3 mensilità consecutive del valore di 1.700 euro l'una che sosterranno unicamente il soggiorno in Francia. Lo statuto di borsista del governo francese prevede inoltre la gratuità dell’assistenza sanitaria e vari servizi offerti dall’operatore Campus France.
Borse di studio – magistrale italo-francese:
Scadenza: 8 luglio 2019.
Per saperne di più