Novembre 2019

Novembre 2019

Novembre 2019

Europa - News e aggiornamenti sulle opportunità per cittadini, scuole e associazioni offerte dai programmi dell'Unione Europea

 


 

NOVITÀ DA EUROPE DIRECT DI MODENA
Trentennale della caduta del Muro di Berlino
Corpi europei di solidarietà - Training DAY
Infoday Erasmus +, le opportunità per la scuola

BREVI DALL'EUROPA
Unione della sicurezza
Codice di buone pratiche sulla disinformazione
SELFIE compie un anno
Erasmus+: oltre 3 miliardi di investimenti nel 2020 per studiare o formarsi all'estero

IN EVIDENZA
Brexit: partecipazione del Regno Unito ai programmi europei
Novità per i partecipanti e i beneficiari di Erasmus+ 2020
European Youth Event

TIROCINIO, STUDIO, LAVORO e VOLONTARIATO

Tirocini presso il Parlamento Europeo
Tirocini presso la Banca Centrale Europea
Tirocini presso il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC)

NOVITÀ DA EUROPE DIRECT DI MODENA

Trentennale della caduta del Muro di Berlino
Sono passati trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino.
Per ricordare e ripercorrere questi 30 anni di storia, proponiamo una serie di eventi nell’ambito della programmazione del Comitato comunale per la storia e le memorie del Novecento.
Per conoscere le iniziative in programma

Corpi europei di solidarietà - Training DAY
ll Training Day è un seminario di informazione/formazione  rivolto a giovani, animatori, formatori, operatori nel settore dell’educazione non formale. L’iniziativa è realizzata dall’Agenzia Locale Eurodesk del Comune di Modena, in partenariato con l’Associazione Servizi per il Volontariato di Modena, con il Centro di documentazione e ricerche sull’Unione europea dell’Università di Modena e Reggio Emilia e in collaborazione l’Agenzia Nazionale Giovani e la Rete italiana Eurodesk.
Appuntamento in Galleria Europa a Modena il 19 novembre 2019, a partire dalle 9.30. Chiusura dei lavori prevista per le ore 16.30.
Per saperne di più

Infoday Erasmus +, le opportunità per la scuola
Lunedì 25 novembre alle 14.30, un incontro per presentare al mondo della scuola il bando 2020 di Erasmus + e le priorità per la candidatura dei progetti.
Introduce, Grazia Baracchi, Assessora all'Istruzione del Comune di Modena. Interviene Francesco Barni, Agenzia nazionale Indire su "Erasmus+: il bando 2020 e le priorità per la candidatura dei progetti"
Per saperne di più


BREVI DALL'EUROPA

Unione della sicurezza
La Commissione europea ha presentato una relazione in cui sono riassunte le iniziative intraprese dalla Commissione in alcuni dei settori chiave dell'Unione della sicurezza, quali la lotta al terrorismo, lo scambio di informazioni, il contrasto alla radicalizzazione e la cibersicurezza, e si sottolinea nel contempo la necessità di compiere ulteriori sforzi, in particolare per quanto riguarda l'attuazione della normativa dell'UE in materia di sicurezza. Nel contesto della reazione dell'attentato di Christchurch avvenuto nel marzo 2019, la Commissione raccomanda inoltre all'Unione europea di avviare negoziati con la Nuova Zelanda in materia di scambio di dati personali con Europol per combattere le forme gravi di criminalità e il terrorismo.
Per saperne di più

Codice di buone pratiche sulla disinformazione
La Commissione europea ha pubblicato le prime relazioni annuali di autovalutazione presentate da Facebook, Google, Microsoft, Mozilla, Twitter e 7 associazioni europee del settore in conformità del codice di buone pratiche sulla disinformazione. Le relazioni dei firmatari del codice descrivono i progressi compiuti nel corso dell'ultimo anno nella lotta contro la disinformazione online. Il codice di buone pratiche è uno strumento di autoregolamentazione che è stato avviato nell'ottobre 2018 e costituisce un importante pilastro del piano d'azione contro la disinformazione.
Su tale base la Commissione presenterà la sua valutazione globale all'inizio del 2020. Qualora i risultati ottenuti nel quadro del codice si rivelassero insoddisfacenti, la Commissione potrebbe proporre ulteriori misure, anche di natura regolamentare.
Per saperne di più

SELFIE compie un anno
SELFIE  compie un anno. Acronimo che significa "autoriflessione su un apprendimento efficace mediante la promozione dell'innovazione attraverso le tecnologie per la didattica", è lo strumento online gratuito, promosso dalla Commissione europea, che aiuta le scuole a valutare e migliorare il loro modo di utilizzo delle tecnologie digitali per l'insegnamento e l'apprendimento. Finora oltre 450 000 studenti, insegnanti e dirigenti scolastici in 45 paesi hanno utilizzato questo strumento e si prevede che entro la fine del 2019 saranno più di 500 000.
SELFIE viene costantemente migliorato grazie ai test con gli utenti e al feedback raccolto nelle scuole. Sono state aggiunte nuove funzionalità, tra cui una guida audiovisiva per assistere le scuole nella configurazione e nella personalizzazione dello strumento e la possibilità per le scuole di confrontare i propri risultati SELFIE con quelli precedentemente ottenuti. Per accrescere l'utilizzo di SELFIE la Commissione europea promuove anche l'informazione e la sensibilizzazione delle scuole, ad esempio attraverso eTwinning, la più grande piattaforma per insegnanti al mondo, e la Settimana UE della programmazione. Nel 2020 verranno sviluppati altri materiali di sostegno e di formazione, compreso un corso MOOC per le scuole su SELFIE e su come gli insegnanti possono utilizzarne i risultati per migliorare l'insegnamento e l'apprendimento con il supporto delle tecnologie digitali. A gennaio 2020 è previsto anche il lancio di una versione di SELFIE destinata all'istruzione e formazione professionale basata sul lavoro.
Per saperne di più

Erasmus+: oltre 3 miliardi di investimenti nel 2020 per studiare o formarsi all'estero
Il 5 novembre la Commissione ha pubblicato il suo invito a presentare proposte del 2020 per il programma Erasmus+. Il 2020 sarà l'ultimo anno dell'attuale programma dell'Unione europea per la mobilità e la cooperazione per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. Il previsto bilancio di oltre 3 miliardi di EUR, un aumento del 12% rispetto al 2019, offrirà a migliaia di giovani europei ancora più opportunità per studiare, formarsi o acquisire esperienza professionale all'estero. Nell'ambito dell'invito a presentare proposte del 2020, la Commissione lancerà un secondo progetto pilota sulle università europee. Inoltre, l'UE intende creare 35 000 opportunità per gli studenti e il personale dei paesi africani affinché possano partecipare al programma nell'ambito dell'alleanza Africa-Europa per gli investimenti e l'occupazione sostenibili.
Per saperne di più

IN EVIDENZA

Brexit: partecipazione del Regno Unito ai programmi europei
Il Parlamento europeo ha approvato un provvvedimento affinché ricercatori, studenti e agricoltori britannici continuino a ricevere il sostegno dell’UE, anche nel caso di una Brexit senza accordo: la misura prevede che i fondi UE per il 2020 restino disponibili anche in caso di “no deal”. Tale progetto di regolamento, di fatto, proroga al 2020 il piano di emergenza approvato dal Parlamento europeo il 17 aprile 2019, limitato al 2019.
L’obiettivo è quello di ridurre al minimo l’impatto negativo che il ritiro del Regno Unito potrebbe avere sui beneficiari dei finanziamenti UE e sul bilancio dell’Unione europea in caso di “no deal”.
Per saperne di più

Novità per i partecipanti e i beneficiari di Erasmus+ 2020
La Commissione europea haattivato una novità importante che riguarda le modalità di registrazione per beneficiari e candidati: il Portale europeo del partecipante, URF  Unique registration Facility viene sostituito dalla nuova piattaforma ERASMUS+ AND EUROPEAN SOLIDARITY CORPS PLATFORM.
Per saperne di più

European Youth Event
Lo European Youth Event (EYE) riunisce migliaia di giovani, tra i 16 e i 30 anni, provenienti dai Paesi dell'Unione europe e dei Paesi candidati per dare forma e condividere le proprie idee sul futuro dell'Europa.
La quarta edizione si svolgerà presso il Parlamento europeo a Strasburgo (Francia) il 29-30 maggio 2020 e i partecipanti avranno l'opportunità di prendere parte a una varietà di attività e sperimentare spettacoli artistici, co-creati con partner, organizzazioni giovanili e partecipanti stessi.
I giovani sono invitati a proporre un'attività interattiva/di laboratorio o artistica!
Il report dei risultati dell'evento sarà distribuito a tutti Parlamentari europei.
L'attività può essere organizzata in inglese, francese o tedesco.
Per partecipare

TIROCINIO, STUDIO, LAVORO e VOLONTARIATO


Tirocini presso il Parlamento Europeo
Il Parlamento europeo offre la possibilità si svolgere tirocini di 5 mesi all'interno del suo segretariato al fine di contribuire alla formazione professionale dei giovani cittadini e alla comprensione del funzionamento dell'istituzione.
Requisiti: possedere un diploma universitario; avere una conoscenza approfondita di una delle lingue ufficiali dell'UE e un'ottima conoscenza di un'altra lingua ufficiale dell'UE; non aver lavorato per più di due mesi consecutivi all'interno di un'istituzione o di un organismo dell'UE.
Contributo: circa 1330,00 euro al mese.
Scadenza: 30 novembre 2019.
Per saperne di più

Tirocini presso la Banca Centrale Europea
Lo Student Research Assistant Traineeship Programme della Banca Centrale Europea intende fornire competenze specifiche a studenti e ricercatori interessati alla politica economica-monetaria e alla ricerca applicata.
Requisiti: aver completato un percorso di studi Universitari breve in economia, statistica, finanza, scienze informatiche o scienze matematiche, o svolgere studi (Magistrale o PhD) nelle stesse materie.
Contributo: €1,070/mese per studenti, €1,940/mese per dottorandi
Scadenza: 2 dicembre 2019
Per saperne di più

Tirocini presso il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC)
Il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC) organizza tirocini una volta all'anno, ciascuno per un periodo da tcinque a nove mesi. L'ECDC è un'agenzia UE che intende rafforzare la tutela contro le malattie infettive.
Requisiti: essere cittadini degli Stati membri UE, dei paesi candidati o di Islanda, Liechtenstein e Norvegia; aver completato il primo ciclo di un corso di istruzione superiore (studi universitari) e ottenuto un diploma di laurea o equipollente entro la data di scadenza delle domande; possedere un'ottima conoscenza della lingua di lavoro dell'ECDC (inglese); viene considerata favorevolmente la conoscenza di altre lingue UE; non avere beneficiato di qualsiasi altro tipo di tirocinio o di impiego (formale o informale, retribuito o non retribuito) nel quadro di un'istituzione o struttura dell'UE; non essere impiegati presso un'istituzione o un ente europeo.
Contributo: 1460,15 euro al mese e il rimborso delle spese di viaggio.
Scadenza: 8 dicembre 2019.
Per saperne di più