Settembre 2019

Settembre 2019

Settembre 2019

Europa - News e aggiornamenti sulle opportunità per cittadini, scuole e associazioni offerte dai programmi dell'Unione Europea

 


 

NOVITA' DA EUROPE DIRECT DI MODENA
Servizio Civile Universale 2019 - 2 posti al Centro Europe Direct
Project Australia - studiare, lavorare e vivere nel paese dei canguri
Educare alla cittadinanza europea

BREVI DALL'EUROPA
La Commissione von der Leyen: per un'Unione più ambiziosa
Brexit: la Commissione europea invita a preparasi per un' uscita senza accordo
Iniziativa WiFi4EU
Settimana europea della mobilità
Nuove norme UE sugli acquisti online

IN EVIDENZA
A Scuola di OpenCoesione 2019/2020
Time To Move 2019

TIROCINIO, STUDIO, LAVORO e VOLONTARIATO
Corpo Europeo di Solidariatà in Francia
Tirocini presso il Centro Comune di Ricerca
Tirocini al Comitato delle Regioni

NOVITA' DA EUROPE DIRECT DI MODENA

Servizio Civile Universale 2019 - 2 posti al Centro Europe Direct
Il Comune di Modena seleziona 32 volontari di cui 2 saranno accolti dal Centro Europe Direct.
Un volontario affiancherà il personale del Centro Europe Direct nella attività di informazione al pubblico, di animazione con le scuole e di comunicazione sulla cittadinanza europea e sulla mobilità transnazionale. Gestirà i profili "social" del Centro Europe Direct.
L'altro volontario sarà impegnato principalmente nelle attività di redazione di prodotti e materiali informativi e di sostegno allo sviluppo di progetti europei.
I candidati devono avere tra i 18 e 28 anni (29 non compiuti), essere cittadini italiani o cittadini di altri paesi ma residenti in Italia, non aver già svolto il servizio civile nazionale e non avere subito condanne di primo grado per reati penali.
Scadenza: 10 ottobre 2019 ore 14.
Per partecipare

Project Australia - studiare, lavorare e vivere nel paese dei canguri
Il Centro Europe Direct e il Servizio Informagiovani del Comune di Modena organizzano l'incontro informativo "Project Australia- studiare, lavorare e vivere nel paese dei canguri".
Quali sono le opportunità? Come si partecipa? E quali sono i costi?
Interverrà Martina Colletta di Study  Australia, società specializzata in formazione all’estero con un focus specifico verso le Università in Australia, corsi di lingua, scuole superiori e viaggi studio all’estero per ragazzi e adulti. Si occupa di assistere i ragazzi interessati a vivere un’esperienza di studio/lavoro in Australia fornendo consigli utili con un servizio di counselling gratuito.
L'incontro si terrà il 26 settembre, a partire dalle 16,30, in Galleria Europa, Piazza Grande 17, Modena.
Per saperne di più

Educare alla cittadinanza europea
Al via la proposta degli itinerari didattici per l'a.s. 2019/2020.
Gli itinerari sono incontri, differenziati per età, per avvicinare gli studenti ai temi della cittadinanza europea e a ciò che questo oggi significa per loro in termini di opportunità, diritti riconosciuti e libera circolazione.
La partecipazione è gratuita.
Per saperne di più 

BREVI DALL'EUROPA

La Commissione von der Leyen: per un'Unione più ambiziosa
La Presidente eletta Ursula von der Leyen ha presentato la sua squadra e la nuova struttura della prossima Commissione europea.
Al centro del nostro lavoro della commissione vi è la necessità di affrontare i cambiamenti climatici, tecnologici e demografici che stanno trasformando le nostre società e il nostro modo di vivere.
Il nuovo collegio avrà ventisette commissari e otto Vicepresidenti, tra i quali l'Alto rappresentante dell'Unione per la Politica estera e la politica di sicurezza. I Vicepresidenti sono responsabili delle principali priorità enunciate negli orientamenti politici. Guideranno le nostre attività sulle questioni generali più importanti, come il Green Deal europeo, un'Europa pronta per l'era digitale, un'economia che lavora per le persone, la protezione del nostro stile di vita europeo, un'Europa più forte nel mondo e un nuovo slancio per la democrazia europea. I Commissari, al centro della struttura del nuovo collegio, gestiranno le competenze specialistiche fornite dalle direzioni generali.
Per saperne di più

Brexit: la Commissione europea invita a preparasi per un' uscita senza accordo
Data l'incertezza che nel Regno Unito continua a circondare la ratifica dell'accordo di recesso concordato con il governo del paese a novembre 2018 e in considerazione della situazione politica generale in cui versa il paese sul piano nazionale, l'ipotesi di uscita senza accordo il 1º novembre 2019 resta un esito possibile, seppur non auspicabile.
È in quest'ottica che la Commissione europea ha pubblicato una lista di controllo dettagliata per aiutare le imprese che commerciano con il Regno Unito a ultimare i preparativi. Al fine di ridurre al minimo le perturbazioni degli scambi commerciali, tutte le parti coinvolte nelle catene di approvvigionamento con il Regno Unito - indipendentemente dal luogo in cui sono stabilite - dovrebbero essere consapevoli delle loro responsabilità e delle necessarie formalità nel commercio transfrontaliero. La comunicazione si riallaccia alle comunicazioni precedenti e ai 100 avvisi ai portatori di interessi in una varietà di settori.
Inoltre, la Commissione ha proposto al Parlamento europeo e al Consiglio di apportare adeguamenti tecnici mirati alla durata delle misure di emergenza dell'UE in caso di mancato accordo nel settore dei trasporti. La Commissione ha altresì proposto di riprodurre nel 2020 le attuali misure di emergenza per il settore della pesca per il 2019 e per l'eventuale partecipazione del Regno Unito al bilancio dell'UE per il 2020. Questi adeguamenti sono resi necessari dalla decisione di prorogare al 31 ottobre 2019 il termine di cui all'articolo 50.
Infine, la Commissione ha proposto di mettere a disposizione il Fondo europeo di solidarietà e il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione per sostenere le imprese, i lavoratori e gli Stati membri più colpiti a seguito di un'uscita senza accordo. Queste proposte devono essere approvate dal Parlamento europeo e dal Consiglio.
Per saperne di più

Iniziativa WiFi4EU
Il 19 settembre, la Commissione lancerà un nuovo invito a presentare candidature relative ai buoni WiFi4EU per installare la connessione gratuita Wi-Fi negli spazi pubblici, tra cui municipi, biblioteche pubbliche, musei, parchi pubblici o piazze.
L'iniziativa WiFi4EU è gestita attraverso una serie di inviti a presentare proposte e si rivolge a tutti i 28 Stati membri dell'UE, nonché alla Norvegia e all'Islanda. Una volta registrati sul portale WiFi4EU, i comuni potranno richiedere un buono con un solo click. La Commissione seleziona i comuni in base all'ordine di presentazione delle domande, garantendo nel contempo un equilibrio geografico. I primi due inviti WiFi4EU hanno avuto grande richiamo: oltre 23 000 comuni si sono registrati nel portale e finora sono stati assegnati ben 6 200 buoni. Il presente bando rappresenta il terzo dei quattro inviti previsti entro la fine del 2020.
Per saperne di più

Settimana europea della mobilità
Al via la 18a edizione della Settimana europea della mobilità, principale campagna della Commissione europea per la promozione di trasporti urbani puliti e sostenibili, in programma dal 16 al 22 settembre. Quasi 3 000 città di 54 paesi si sono iscritte alla manifestazione con i propri programmi di attività per promuovere gli spostamenti a piedi e in bicicletta sicuri nell'ambito dell'invito all'azione “WalkWithUs".
Per saperne di più

Nuove norme UE sugli acquisti online
Le nuove norme UE renderanno il pagamento online di beni e servizi e la gestione delle finanze personali più facili e sicuri per i consumatori europei, che beneficeranno anche di una migliore protezione contro le frodi online e di un migliore accesso a forme più innovative di pagamento mobili e online. In futuro grazie alle nuove norme i consumatori avranno anche una scelta più ampia, poiché operatori nuovi e innovativi entreranno nel mercato dei pagamenti.
In primo luogo, i pagamenti elettronici saranno resi ancora più sicuri dall'introduzione di una "autenticazione forte del cliente", che migliorerà i mezzi per contrastare le frodi nei pagamenti online.
In secondo luogo, le nuove norme agevoleranno l'ingresso di nuovi operatori nel mercato dei servizi di pagamento dell'UE in quanto si applicano sia alle imprese tradizionali sia a quelle nuove e innovative che offrono servizi di pagamento regolamentati. Anche le "fintech" sono state pienamente integrate nel campo di applicazione delle norme. I consumatori potranno dunque effettuare pagamenti e gestire le proprie finanze in modo più efficiente grazie a un'offerta più ampia di applicazioni.
Per saperne di più 

IN EVIDENZA

A Scuola di OpenCoesione 2019/2020
Pubblicato il bando  per partecipare all’edizione 2019-2020 del progetto A Scuola di OpenCoesione rivolto alle scuole secondarie superiori di ogni indirizzo, che si cimenteranno in attività di monitoraggio civico sui territori a partire dai dati sui progetti finanziati con le risorse delle politiche di coesione.
“A Scuola di OpenCoesione” (ASOC)  nasce in accordo con  il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) nell’ambito dell’iniziativa di open government sulle politiche di coesione “OpenCoesione” (www.opencoesione.gov.it (link is external)), coordinata dal Dipartimento per le Politiche di Coesione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Scopo del progetto "A Scuola di Open Coesione" è di promuovere principi di cittadinanza attiva con l’obiettivo di sviluppare  negli studenti competenze digitali  che  li rendenda  cittadini  attivi e  consapevoli coinvolgendoli direttamente  alla vita pubblica del proprio territorio.
Accanto alle numerose collaborazioni istituzionali  come con la rappresentanza in Italia della Commissione europea, il Senato della Repubblica, l'Istat   e il  Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, partnership regionali  e associazioni, con #ASOC1920 si attiva un nuovo percorso formativo per docenti organizzato in collaborazione con Istat.
Scadenza di presentazione delle candidature: 21 ottobre 2019 ore 18:00
Per partecipare

Time To Move 2019
Si riparte anche quest’anno ad ottobre con la campagna Time To Move 2019, l’iniziativa che mira a dare visibilità alla rete dei punti locali Eurodesk e alle loro attività di informazione sulle opportunità di mobilità educativa transnazionale che l’Europa offre ai giovani.
Nell’ambito dell’iniziativa, Eurodesk invita tutti i giovani europei tra i 13 e i 30 anni a partecipare al concorso “Time to Move T-Shirt Design Contest 2019” disegnando una T-shirt che rappresenti lo spirito della campagna!
Al termine del concorso, il 31 ottobre 2019, Eurodesk selezionerà due vincitori nelle categorie 13-19 e 20-30 anni, un vincitore tra le 10 proposte più votate dal pubblico e altri 5 partecipanti tra le creazioni più degne di nota.
In aggiunta ai premi a livello europeo, Eurodesk Italy premierà per ciascuna categoria del concorso, le due proposte italiane più votate con 2 abbonamenti INTERRAIL Global Pass.
Per saperne più

TIROCINIO, STUDIO, LAVORO e VOLONTARIATO

Corpo Europeo di Solidariatà in Francia
LA GIRAUDIERE, organizzazione francese senza scopo di lucro, cerca volontari europei da inserire nel progetto “Recognizing Young Entrepreneurs and teaching Entrepreneurship 2019” attraverso il quale acquisiranno nuovi strumenti e competenze in materia di imprenditorialità (sociale e commerciale), marketing , creazione di siti web, blogging, social media per le imprese, workshop di apprendimento linguistico, inglese e francese, contabilità e contabilità Software.
Requisiti: giovani tra i 18 e 30 anni interessati al tema dell'imprenditorialità.
Condizioni economiche: copertura al 100% delle spese di vitto e alloggio, copertura delle spese di viaggio fino a un massimo di 275 euro e indennità giornaliera di 6 euro al giorno per le spese personali. Il progetto garantisce la partecipazione ad un corso di lingua.
Durata: 2-3 mesi nel periodo Settembre-Dicembre 2019
Sede: 1 km dal villaggio di Brossac nel sud ovest della Francia.
Per partecipare

Tirocini presso il Centro Comune di Ricerca
Il Centro Comune di Ricerca (JRC) è la Direzione Generale della Commissione Europea che fornisce consulenza indipendente nei settori scientifico e tecnologico ai responsabili europei delle politiche. Il Centro offre tirocini a giovani che desiderano vivere un'esperienza di lavoro nel settore scientifico e mettere in pratica le conoscenze acquisite durante il periodo degli studi o la carriera professionale.
Requisiti:  cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea, cittadini dei paesi in pre-adesione altri paesi che contribuiscono finanziariamente al Programma Quadro. Tuttavia, verrà accettato anche un numero limitato di cittadini dei paesi non membri con una deroga della Direzione Generale.
Competenza linguistica: ottima conoscenza di almeno due lingue ufficiali dell'UE, di cui una deve essere una delle lingue di lavoro della Commissione (inglese, francese o tedesco). I non nazionali UE devono possedere una buona conoscenza di almeno una delle lingue di lavoro della Commissione.
Sedi:  Ispra, Petten, Karlsruhe
Per conoscere le posizioni aperte

Tirocini al Comitato delle Regioni
Ogni anno il Comitato delle Regioni (CoR) mette a disposizione un numero limitato di tirocini per giovani cittadini, dall'Europa e non solo, e offre loro l'opportunità di acquisire un'esperienza lavorativa presso un'istituzione europea. Sono disponibili due tipi di tirocini: tirocini CoR o visite di studio brevi.
Requisiti:  essere in possesso di un diploma di laurea o titolo equivalente, alla scadenza della candidatura; possedere una conoscenza approfondita di una delle lingue ufficiali dell'Unione europea e una buona conoscenza di un'altra lingua di lavoro del CoR (inglese o francese).
Durata: i tirocini  si svolgono dal 16 Febbraio al 15 Luglio o dal 16 Settembre al 15 Febbraio.
Retribuzione: 1195 euro al mese.
Scadenza: 30 settembre 2019.
Per partecipare

Borse di ricerca OSCE a Copenhagen o Vienna
Il Segretariato Internazionale dell'Assemblea Parlamentare OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) promuove il programma di Borse di Assistente alla ricerca dell'OSCE, aperto a studenti laureati e neolaureati in scienze politiche, giurisprudenza, relazioni internazionali o altri settori correlati degli Stati partecipanti all'OSCE e Partner per la cooperazione.
Requisiti: cittadinanza in uno degli Stati partecipanti all'OSCE, o Partner per la cooperazione, età non supeiore ai 28 anni; master (o equivalente) in Scienze politiche, Relazioni internazionali, Diritto o settore correlato. Ottima conoscenza dell'inglese scritto e parlato è obbligatorio. La conoscenza ulteriore di Francese, tedesco, italiano, russo o spagnolo è un forte vantaggio; profondo interesse per gli affari di sicurezza internazionali e la diplomazia parlamentare; alfabetizzazione informatica, compresi strumenti di elaborazione testi e ricerca.
Retribuzione: indennità percepita dagli assistenti di ricerca a Copenaghen è di 656 euro al mese. L'indennità percepita dagli assistenti di ricerca a Vienna è di 1000 euro al mese
Durata: 6 mesi.
Scadenza: 1 ottobre 2019.
Per partecipare