Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Eventi / EVENTI 2017 / A Ciambra
Eventi

Disposizioni per contrastare il Coronavirus

nuovo coronavirus

Sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
I provvedimenti del Dcpm del 4 marzo 2020 sono validi fino al 3 aprile.

« aprile 2020 »
aprile
lumamegivesado
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30
Cerca evento

Sono sospese le manifestazioni organizzate, gli eventi in luogo pubblico o privato, compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico.
Sono chiusi i musei, le biblioteche e gli archivi, le aree e i parchi archeologici e i complessi monumentali.
I provvedimenti del Dcpm dell'8 marzo 2020 sono validi fino al 3 aprile.
Con decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 9 marzo le disposizioni vengono estese su tutto il territorio nazionale con divieto di qualsiasi forma di assembramento  di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

A Ciambra

Imperdibile prima visione esclusiva alla sala Truffaut .
Il film è A CIAMBRA (Italia 2017, 117’) di Jonas Carpignano che l’Italia ha scelto per concorrere all’ Oscar 2018 come Miglior Film Straniero. A Ciambra, Gioia Tauro, comunità rom, il cinema dell’italostatunitense Carpignano ci era già stato. La famiglia Amato era protagonista del corto/premessa precedente, e Pio era già in “Mediterranea”, lungo d’esordio con il nigeriano Koudous Seihon tra i moti di Rosarno. Come un cinema di famiglia, dunque, nomade in Calabria, cosmopolita tra le baracche, con un ponte per le Americhe: Martin Scorsese è produttore esecutivo, E nel film Pio cerca di essere un re della terra selvaggia: padre e fratello sono in carcere, i debiti sono da pagare, Equitalia si presenta, la mafia non aspetta. Tocca a lui. Preadolescente, sigaretta in bocca, primi umori d’amore, tutto un anarchico principio di piacere con il reale che incombe, “ho visto anche zingari felici” canterebbe Claudio Lolli, certo, ma anche no. E così questo cinema che si prospetta come uno scorcio etnografico, un prelievo di verissimo vivere dentro la ciambra, finisce per correre sulle mean streets del racconto criminale: gli strumenti sono quelli del cinema del reale, il film è costruito passo passo insieme ai protagonisti, basato sul loro esistere, fatto delle loro parole, delle loro abitudini, sino a incanalarsi verso un action noir che sa di Scorsese appunto.

 

Per il programma completo delle proiezioni www.circuitocinema.mo.it/sala-truffaut


 



Associazione Circuito Cinema Comune di Modena Assessorato alla cultura e beni culturali
Cinema, Video e Proiezioni
l'accesso è consentito ai soli soci Truffaut. Costo della tessera annuale obbligatoria 3,00 euro. Ingresso intero 5, ridotto euro 4 per soci ARCI, ACLI, AICS, ENDAS. Ingresso prime visioni euro 6, ridotto 5 per soci ARCI, ACLI, AICS, ENDAS
Dal 11/11/2017
Al 12/11/2017
Dove
Sala Truffaut c/o Palazzo Santa Chiara
via degli Adelardi, 4
Orario

sabato ore 21,15 -  domenica ore 18,30 e 21

Per informazioni
Tel: 059/236288
http://www.circuitocinema.mo.it/sala-truffaut
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal