Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Eventi / EVENTI 2018 / Incontro su Philip Roth
Eventi

Eventi 2020

« settembre 2020 »
settembre
lumamegivesado
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30
Cerca evento

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Incontro su Philip Roth

 

Giorgio Zanetti presenta 'Pastorale americana' di Philip Roth, a cura degli Amici del Muratori.

 

Philip Roth è stato uno dei più noti e premiati scrittori americani della sua generazione, considerato non solo tra i più importanti romanzieri ebrei di lingua inglese - una tradizione che comprende Saul Bellow, Henry Roth, E. L. Doctorow, Bernard Malamud e Paul Auster - ma anche, secondo il critico Harold Bloom, il maggiore narratore americano dopo Faulkner: «Roth è il culmine di un enigma irrisolto nella letteratura ebraica dei secoli XX e XXI. Le complesse influenze di Kafka e Freud e il malessere della vita ebraico-americana produssero in Philip un nuovo genere di sintesi».

È conosciuto in particolare per il racconto lungo Goodbye, Columbus, poi unito ad altri 5 più brevi in volume (premiato con il National Book Award), ma è diventato famoso con Lamento di Portnoy, da alcuni considerato scandaloso. Da allora si è ritagliato un posto di grande interesse e attesa in occasione dell'uscita di ogni titolo, forte di una produzione ampia e costante e grazie allo scontro tra estimatori e detrattori che lo accusano di utilizzare un linguaggio troppo aperto e scurrile. È stato proposto più volte per il Premio Nobel, mai ottenuto, premiandolo invece con altri riconoscimenti.

I suoi romanzi tendono a essere autobiografici, con la creazione di alter ego (il più famoso dei quali è Nathan Zuckerman, che appare in diverse opere), con personaggi che portano il suo vero nome e persino usando personaggi che si chiamano Philip Roth, ma non sono lui (come in Operazione Shylock). Oltre alla vena autobiografica, i suoi ritratti famigliari e di quartiere diventano fortemente esemplari dell'umanità della zona (la periferia a ovest di New York e soprattutto Newark) e dell'epoca, tanto da contribuire a dipingere un'identità personale e collettiva.


Giorgio Zanetti
Ha svolto incarichi di docenza a contratto presso il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Bologna (1998/99 e 2000/01) e il Dipartimento di Storie e metodi per la conservazione dei beni culturali dell’Università di Bologna, sede di Ravenna. Negli anni 2003/2004 e 2004/2005 è stato professore a contratto di Storia e critica del paesaggio nel MASTER di II Livello in “Scienze e Progettazione del Paesaggio”, istituito dalla Università degli Studi di Bologna e organizzato dalla Facoltà di Architettura in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia. È professore ordinario di Letteratura italiana contemporanea presso il Dipartimento di Educazione e Scienze umane dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

 

 

Conferenze, Seminari, Incontri e Lezioni
ingresso libero
Dal 14/12/2018
Al 14/12/2018
Dove
Biblioteca Delfini
corso Canalgrande, 103
Orario

ore 18.00

Per informazioni
Tel: 059/2032940
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal