Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Eventi / EVENTI 2020 / Geumhyung Jeong. Upgrade in Progress
Eventi

Disposizioni per contrastare il Coronavirus

nuovo coronavirus

Misure urgenti di contenimento del contagio da Covid-19
Per informazioni sui provvedimenti consulta la pagina dedicata



« maggio 2020 »
maggio
lumamegivesado
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Cerca evento

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Geumhyung Jeong. Upgrade in Progress

 

Dal 18 maggio 2020 le sale della Palazzina dei Giardini accoglieranno nuovamente i visitatori, che potranno finalmente osservare dal vicino le sorprendenti sculture meccaniche esposte in mostra, che durante il periodo di lockdown hanno già ricevuto grande attenzione da parte della stampa e della critica d'arte.

La riapertura della mostra, a ingresso libero, avviene applicando le prescrizioni di sicurezza, con una capienza massima di 10 persone e mascherina obbligatoria.

 


Upgrade in Progress è la prima personale dell’artista coreana Geumhyung Jeong in un’istituzione d’arte contemporanea italiana.

La mostra è a cura di Diana Baldon, curator-at-large di Fondazione Modena Arti Visive.

L’esposizione presenta una nuova installazione site-specific commissionata da Fondazione Modena Arti Visive, incentrata sul progetto più recente di Geumhyung Jeong.

L’artista si è distinta a livello internazionale nell’ambito delle arti performative per le sue coreografie allo stesso tempo divertenti e inquietanti in cui si esibisce con apparecchi elettronici con sembianze umanoidi, che ha costruito da sola imparando i codici meccanici e di programmazione. Durante questa interazione fisica, ossessiva e sensuale, è sempre più ambiguo chi controlla chi. Ciò che diventa sempre più evidente è invece l’indagine compiuta dall’artista sull’inesorabile legame tra il nostro corpo e la tecno-sfera contemporanea.

Combinando diversi mezzi espressivi – danza, teatro, film e scultura – l’artista realizza le sue opere con una varietà di dispositivi protesici, strumenti hardware meccanici e tecnologici, cosmetici, manichini medici, inserendo performance dal vivo che “dimostrano” come i suoi oggetti possano essere utilizzati. Quando li presenta in contesti dedicati alle arti visive, l’artista dispone gli oggetti secondo strane sequenze e li ordina su piedistalli all’interno di ambienti molto illuminati che fanno il verso agli archivi scientifici e alle collezioni museali. 

 

Mostre
Ingresso libero, applicando le prescrizioni di sicurezza, con una capienza massima di 10 persone e mascherina obbligatoria.
Dal 18/05/2020
Al 02/06/2020
Dove
Palazzina dei Giardini
ingresso da Corso Canalgrande, angolo corso Cavour
Orario

Riapertura dal 18 maggio 2020: mercoledì, giovedì e venerdì ore 11-13 e 16-19; sabato, domenica e festivi ore 11-19; Apertura straordinaria: lunedì 18 e martedì 19 maggio: 11-13 / 16-19

Per informazioni https://fmav.org/
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal