C’era una volta il signor Ad…

— archiviato sotto:

Sabato 12 maggio, ore 15.30 | Laboratorio per bambini dagli 8 ai 12 anni

Cosa
  • Laboratorio didattico
Quando 12/05/2018
da 03:30 pm al 04:30 pm
Dove Palazzo Santa Margherita
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal
"Non è vero che i grandi capolavori dell’arte non si possono toccare, anzi, ti dirò di più: la cosa bella... è che si possono addirittura trasformare".

Sabato 12 maggio alle ore 15.30, a Palazzo Santa Margherita, ultimo appuntamento con i workshop educativi di Fausto Gilberti: C’era una volta il signor Ad… dedicato ai bambini dagli 8 ai 12 anni.
 
L'artista e illustratore, in occasione della mostra Ad Reinhardt. Arte + Satira, legge e racconta i suoi ultimi libri riguardanti la vita e le opere di alcuni dei più grandi artisti del Novecento come Jackson Pollock, Marcel Duchamp, Lucio Fontana, Yves Klein e Piero Manzoni. Artisti complessi e rivoluzionari che, secondo lui, si possono raccontare a tutti, ma soprattutto ai bambini. Perché l’arte contemporanea, se raccontata con leggerezza e guardata senza preconcetti, è curiosa, poetica e soprattutto divertente!
 
L'ingresso è gratuito e la prenotazione obbligatoria
Chiama lo 059 2032919 dal mercoledì al venerdì dalle 10.30 alle 13 e dalle 16 alle 19, sabato, domenica e festivi dalle 10.30 alle 19.
 
Fausto Gilberti è un artista che dipinge, scrive, disegna e fa libri per “bambini” e non solo. Ha all’attivo un centinaio di mostre in Italia e all’estero. Ha vinto con le sue opere il premio Acacia e il premio Cairo. Ha pubblicato negli ultimi anni numerosi libri come Rockstars, L’Orco che mangiava i bambini, Bianca, Ciao come stai?. Ha inoltre ideato e realizzato una collana di volumetti editi da Corraini su alcuni artisti contemporanei tra cui Piero Manzoni, Jackson Pollock, Yves Klein, Marcel Duchamp e Lucio Fontana. Sta attualmente lavorando al prossimo volume dedicato a Jean-Michel Basquiat. Vive e lavora a Brescia e il suo luogo ideale di lavoro è la cucina, dove passa il tempo disegnando e scrivendo giorno e notte sopra un tavolo vecchio e consumato. Ama molto disegnare e creare i suoi libri perché per realizzarli basta poco: un pennarello, dei fogli e un tavolo. Quel tavolo.