Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sanzioni per mancata comunicazione dei dati da parte dei titolari di incarichi dirigenziali

In questa sotto-sezione vengono pubblicati i provvedimenti sanzionatori per mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati da parte dei titolari di incarichi dirigenziali.


L'art. 47, c. 1 del D.Lgs. n. 33/2013 stabilisce infatti che la mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati di cui all'articolo 14 (situazione patrimoniale complessiva del titolare dell'incarico politico, di amministrazione, di direzione o di governo al momento dell'assunzione in carica, titolarità di imprese, partecipazioni azionarie proprie, del coniuge e dei parenti entro il secondo grado di parentela, nonché tutti i compensi cui dà diritto l'assunzione della carica) dà luogo a una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della mancata comunicazione. Il relativo provvedimento è pubblicato sul sito internet dell'amministrazione o organismo interessato.

L'art. 47, c. 1-bis del decreto medesimo stabilisce inoltre che la stessa sanzione si applica anche nei confronti del dirigente che non effettua la comunicazione relativa agli emolumenti complessivi percepiti a carico della finanza pubblica.

 

Al momento non sono state irrogate sanzioni per mancata o incompleta comunicazione dei dati, ai sensi dell’articolo 47, c. 1 e c. 1-bis del DLgs. n. 33/2013, nei confronti di titolari di incarichi dirigenziali.