Under 35

Premio Letterario Muratori

Conoscete lo scrittore Pier Vittorio Tondelli? Era di Correggio.

Muore di Aids nel 1991, a trentasei anni, un anno in più del limite di partecipazione al Premio letterario Muratori. Durante i quali ha scritto libri bellissimi che dovete leggere, soprattutto se volete scrivere. Sono Altri libertini, Rimini, Camere separate, Un weekend postmoderno - Cronache degli anni Ottanta. Che è la migliore mappatura del nostro territorio raccontato in quell'epoca. Di notti e discoteche lungo la via Emilia.

Tondelli si è occupato con generosità della scrittura dei ragazzi con il progetto "Under 25" varato nel 1985.

Costruito su tre centri d'interesse:

    1) la scrittura come espressione del proprio vissuto;
    2) la riscrittura come esercizio stilistico;
    3) la lettura quale base per l'arricchimento espressivo.


È importante sottolineare che, nell'ottica dello scrittore, la pubblicazione non è il fine della scrittura, bensì un incentivo o un banco di prova. Diviene la verifica finale: la possibilità di confrontarsi con la pagina scritta, con il giudizio di un possibile lettore, con i meccanismi della comunicazione. È l'atto finale, non il fine del progetto.

L'invito posto da Tondelli ai ragazzi è stato quello di sviluppare la propria creatività, attraverso lo strumento letterario, senza aver la presunzione di volersi costruire scrittori; infatti, sottolinea Tondelli, "il nostro scopo è, e rimane, quello di far raccontare i giovani". Un punto sempre sottolineato è invece il fatto di non considerare un testo come assoluto: la scrittura è un continuo esercizio soggetto a modifiche. In tal senso Tondelli invitava: "Non abbiate paura di buttar via. Riscrivete ogni pagina, finché siete soddisfatti. Vi accorgerete che ogni parola può essere sostituita da un'altra. Allora, scegliendo, lavorando, riscrivendo, tagliando sarete già in pieno romanzo".

È seguendo questo spirito guida che pubblico sul Dondolo i testi del Premio Ludovico Antonio Muratori per giovani non più Under 25 ma 35, perché dopo trentatrè anni da quel meraviglioso progetto di Tondelli la giovinezza di certo s'è allungata almeno di un decennio.

Sono arrivati più di trecento di testi provenienti da tutta Italia e quelli che qui leggete, i diciasette selezionati, sono molto interessanti.

Il Dondolo si fa editore e promotore di questo premio per scrittori Under 35 e rilancia già la prossima edizione del Premio Muratori e vuole dedicarla proprio a Tondelli e produrre in forma di ebook, oggi che abbiamo disposizione strumenti digitali che Pier Vittorio non ha potuto conoscere, una raccolta annuale dei racconti dei ragazzi e delle ragazze italiane.

Ecco i suoi consigli. Preziosi.

"Perché non raccontate quello che fate, che sentite: i vostri tormenti, i vostri rapporti a scuola, con le ragazze, con la famiglia. Perché non scrivete pagine contro chi odiate? O per chi amate? Siete gli unici a poterlo fare. Nessun giornalista, per quanto abile, potrà raccontarle al vostro posto. Nessuno scrittore. Siete voi che dovete raccontare.

Scrivete di quello che fate. Astenetevi da giudizi sul mondo. Raccontate storie che si possano riassumere oralmente in 5 minuti. Raccontate i vostri viaggi, le persone che avete incontrato, descrivete di chi vi siete innamorati, immaginatevi un lieto fine o un finale tragico, non lamentatevi con piagnistei sulla vostra condizione, la famiglia, la scuola. Trasformate genitori e professori in personaggi e quindi fateli esprimere con dialoghi, tic, modi di dire. Descrivete la vostra città. Quello che vedete dalla finestra, dall'autobus, dalla macchina. Raccontate le vostre paure. Siate spudorati. Dite quello che non va e quello che sognate attraverso la creazione di un "io narrante" che può anche essere diverso da voi. Iniziate a fingere, a dire bugie, a creare con la scrittura qualcosa che parta dal vostro mondo, ma che diventi poi il mondo di tutti, nel senso che chi legge possa comprenderlo. Raccontate dei vostri amici, dei vostri zaini, delle vostre stanze, delle vostre università."


Visual identity e art direction: Giorgio de Mitri, Patty Di Gioia e Alessio Cancellieri per Sartoria Comunicazione

 

Scarica il libro