Guerra ai civili

Dagli anni novanta si è sviluppato un importante dibattito storiografico che, nel quadro più generale delle vicende belliche e della lotta partigiana, ha affrontato in modo scientifico e approfondito la “guerra ai civili” che ha segnato l’Italia nel biennio finale della seconda guerra mondiale.
Importanti saggi monografici di studiosi italiani sulle singole rappresaglie e sulle stragi compiute dall’esercito occupante e dai militi della Repubblica sociale, in un clima di violenza quotidiana, hanno messo in luce le problematiche che ogni evento bellico trascina con sè.
Le tematiche affrontate in questa sezione riguardano la violenza contro i civili da parte delle truppe tedesche e fasciste nel biennio 1943-1945, gli episodi che hanno coinvolto direttamente il territorio provinciale, i processi di costruzione delle memorie delle stragi, la vicenda della Commissione parlamentare sull’Armadio della vergogna, cioè sull’insabbiamento di centinaia di procedimenti contro fascisti e nazisti colpevoli di uccisioni e stragi. Inoltre la sezione affronta anche tematiche più recenti che riguardano i genocidi perpetrati negli ultimi anni offrendo la strumentazione necessaria per una maggiore comprensione.

Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Modena
Viale Ciro Menotti 137 · 41100 Modena · tel. 059 219442 / 059 242377 · fax 059 214899 · e-mail: istituto@istitutostorico.com · c.f. 80010530360