Tu sei qui: Home / Atlante delle architetture del '900 di Modena / Le 101 architetture / 101schede / Scuola dell'infanzia "Guglielmo Raisini"

Scuola dell'infanzia "Guglielmo Raisini"

Fonti: # LBPMO, Archivio Vinicio Vecchi, Edifici scolastici.

Stradario: via Mario Bonacini 195/A
Anno: 1960
Progettazione: Vinicio Vecchi
Mappa: 45
Itinerari: scheda nr. 15

SchIt15_1

 

 

 

 

 

 

 

 

1. Progetto di V. Vecchi, prospetti nord e sud dell’asilo

 

Situato in prossimità del quartiere INA Sant’Agnese, l’edificio contribuisce, insieme al posteriore asilo nido posto all’interno del complesso residenziale stesso e alla scuola elementare “Bonacini”, alla realizzazione dei servizi destinati all’istruzione dell’area est della città. La scuola privata realizzata dall’architetto Vinicio Vecchi si organizza secondo uno schema planimetrico composto da tre corpi distinti disposti a formare una “L”, due in linea sul fronte sud, a uno e due piani, e un terzo, anch’esso a un solo piano, perpendicolare a questi in direzione nord. L’edificio occupa la parte meridionale di un lotto di forma trapezoidale, lasciando ampio spazio a verde nella restante superficie. Le coperture a falde, la semplicità dei materiali e la misurata volumetria puntano a costituire un ambiente sereno e familiare, adatto alla presenza dei bambini. Lungo il fronte meridionale si trova l’ingresso raggiungibile mediante una scala, attraverso il quale si giunge al terzo corpo, la cui larghezza è studiata per ospitare da una parte le aule e dall’altra una grande sala giochi per i bambini. La parte ovest del prospetto d’ingresso, più bassa, ospita il refettorio e la cucina, mentre quello più alto diviso dall’atrio è destinato ai locali amministrativi, all’ambulatorio e alla sala delle maestre.
Tutti i volumi dispongono di accessi diretti al cortile e i fronti di quelli delle aule e della mensa sono unificati da un trattamento comune dei prospetti, divisi in campate dai pilastri in cemento aggettanti rispetto al filo della facciata. Tra un montante e l’altro, le finestre a nastro orizzontali sono impostate su un tamponamento murario a intonaco e occupano la totale larghezza della campata, a eccezione del fronte ovest che suddivide la campata in due parti, una a vetri e l’altra cieca.

SchIt15_2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2. Immagine del corpo originale dell’asilo

 

SchIt15_3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3. Immagine dell’ampliamento dell’asilo realizzato dallo studio Galavotti

 

___

Fonti immagini e fotografie

1. Prospetti: BPMO, Archivio Vinicio Vecchi, Edifici scolastici. Riproduzione fotografica del disegno: Rolando Paolo Guerzoni
2. Foto: Vanni Bulgarelli
3. Foto: Archivio Studio Galavotti