Tu sei qui: Home / news / Dolore per la scomparsa di Federico Oliva

Dolore per la scomparsa di Federico Oliva

La scomparsa di Federico Oliva ci colpisce profondamente sul piano personale e professionale. La collaborazione con l'Ufficio Ricerche e Documentazione sulla Storia Urbana è stato lungo e profondo. Il suo contributo culturale e umano ha segnato diversi progetti che l'Ufficio ha condotto per quasi due decenni. Lo ricordiamo con affetto e ci uniamo al dolore della famiglia.

Con Federico abbiamo condiviso numerose esperienze sempre dense e coinvolgenti. Tra queste vale la pena ricordare la sua partecipazione al convegno che ha dato avvio nel 2001 al progetto "Le Città sostenibili. Storia, natura, ambiente", presente nel volume degli atti editi da Franco Angeli (2003). La sua sensibilità per i temi della qualità dell'ambiente urbano è stata alla base di lezioni e convegni organizzati a Modena e in altre città, su vari temi e in diversi contesti e in particolare in relazione ai progetti che l'Ufficio ha condotto quale coordinatore del Gruppo di Lavoro di Agenda 21 Locale "Città Sostenibili". Con Oliva, allora neo presidente dell'INU, abbiamo avviato nel 2007 una intensa collaborazione sul Clima delle città, elaborando proposte e approfondendo analisi e idee su temi allora del tutto nuovi nel dibattito nazionale. Particolarmente importante il suo contributo alla pubblicazione del volume "Città e architetture. Il Novecento a Modena", altro progetto dell'Ufficio che lo ha visto protagonista.

Nella lunga frequentazione si è stabilito un rapporto personale di amicizia e di stima profonda, vissuto anche oltre gli impegni professionali, come è accaduto in Grecia, che amava particolarmente. La sua lucidità e profondità culturale, la sua ironia e la disponibilità restano parte indimenticabile della nostra esperienza.