Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / MUSA / Archivio news / 2014 / Presentazione della Rete di educazione alla sostenibilità
MUSA

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Presentazione della Rete di educazione alla sostenibilità

Nella seduta del 23 luglio l'Assemblea Legislativa ha approvato il Programma dell’educazione alla sostenibilità 2014/2016 (INFEAS). L’iniziativa è stata il frutto di un percorso di progettazione partecipata con gli stakeholder del territorio realizzato attraverso un forum on line sul portale regionale Io Partecipo+.

Res è l’acronimo che indica la Rete di educazione alla sostenibilità dell’Emilia-Romagna. Il nuovo nome RES dà una soggettività più riconoscibile e concreta alla rete e, al contempo, semplifica e riprende concetti, tematiche, prassi collegate al bene comune (res publica).  La rete è coordinata dalla Regione Emilia-Romagna, con la partecipazione di tutte le articolazioni dell’Ente coinvolte in progetti educativi, ed è costituita da 37 “nodi” distribuiti sull’intero territorio: 37 Ceas accreditati che, grazie al loro patrimonio di conoscenze ed esperienze specifiche, rappresentano il punto di riferimento operativo locale per le attività di informazione ed educazione alla sostenibilità.

Fanno parte della Res oltre 100 Comuni emiliano-romagnoli, associazioni ambientali, consumeristiche, di volontariato sociale, fondazioni ed altri enti pubblici e privati. Una pluralità di istituzioni e soggetti attivi sui territori con la missione di promuovere la cultura della sostenibilità attraverso progetti educativi integrati e previsti nelle programmazioni della Regione e dei singoli Enti.

In occasione della chiusura del decennio Dess Unesco (24- 30 novembre 2014), la Retesi presenta con il Programma Infeas 2014-2016, recentemente approvato dall’Assemblea legislativa regionale,  e con un nuovo logo corredato da un manuale di immagine coordinata.

 Il nuovo logo riprende e aggiorna la chiocciola che ha identificato fino ad ora il sistema Infeas: scarnificata e tridimensionale, la spirale resta il tratto distintivo del marchio che richiama esplicitamente la forma geometrica più diffusa in natura.

L’ elaborazione di una nuova immagine coordinata è una tappa fondamentale nel processo di riorganizzazione partecipata del sistema regionale Infeas. La nuova identità visiva è la base verso un sistema di comunicazione integrata capace di far emergere la rete regionale e i singoli nodi che offrono servizi educativi alla cittadinanza – dall’infanzia all’età adulta - per far crescere comportamenti consapevoli e stili di vita più responsabili.

Ogni nodo di rete userà quindi accanto al proprio anche il logo della Res, secondo gli standard definiti dal manuale di immagine coordinata. I materiali informativi e divulgativi realizzati, su carta e web, da ogni nodo della rete avranno il logo Res, come segno distintivo di qualità espresso dalla Rete di educazione alla sostenibilità.

Una identità visiva nuova rimarca l’appartenenza alla rete regionale che ha saputo riorganizzarsi valorizzando sinergie e competenze. Una rete che ha l’obiettivo di aprirsi verso nuovi target e stringere nuove alleanze per affrontare insieme le sfide verso un futuro più sostenibile.

Per saperne di più, consulta la notizia in Primo piano su Er Ambiente (NB: la notizia è online dal 24 novembre)

Il Programma Infeas 2014 – 2016

L'elenco dei 37 Centri di Educazione alla sostenibilità accreditati dalla Regione Emilia-Romagna. MUSA è uno dei multicentri urbani accreditati