Centri estivi 2018 - Al via il bando per selezionare i gestori

L'avviso pubblico per la costituzione di un elenco di soggetti gestori privatiI dei centri estivi per l'estate 2018 rimarrà apeto fino al 23 aprile. Dal mese di maggio le famiglie potranno presentare domande per ottenere il contributo. Fino al 4 maggio è possibile richiedere il personale educativo assistenziale per sostenere la frequenza dei bambini/e con disabilità certificata.

Per l'estate 2018 il Comune di Modena ha aderito al Progetto regionale per la "conciliazione vita-lavoro” che prevede un sostegno economico alle famiglie per la frequenza dei centri estivi attivati sul territorio.

 

Avviso per i soggetti gestori dei centri estivi 2018

Il Settore Istruzione ha pubblicato un avviso pubblico per la costituzione di un elenco di soggetti gestori privati, interessati ad aderire a questo Progetto, rivolto alle famiglie di alunni nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni delle scuole d’infanzia, primarie e secondarie di primo grado (bambini e ragazzi nati dal 2005 al 2015) che intendono attivare servizi estivi.
Il bando e i moduli per i gestori sono scaricabili da sito Internet del Settore Istruzione.
I soggetti interessati dovranno presentare domanda al Settore Istruzione di via Galaverna 8 entro lunedì 23 aprile. consegnandola di persona (lunedì e giovedì 8.30-13 e 14.30-18; mercoledì 8.30-13) o via PEC all’indirizzo .
Per fornire maggiori informazioni e chiarimenti, il Settore ha inoltre invitato i soggetti gestori di centri estivi sul territorio a un incontro appositamente dedicato.

 

Informazioni per le famiglie

Completata l'istruttoria delle domande ricevute dai soggetti gestori, il Comune, pubblicherà sul proprio sito l'elenco dei soggetti gestori di centri estivi presso i quali le famiglie, che intendono presentare domanda per l'assegnazione del contributo, potranno iscrivere i bambini.
Entro aprile verrà pubblicato apposito avviso pubblico contenete le modalità e i termini entro cui fare domanda.
Il valore del contributo a bambino è pari a 70 euro a settimana per un massimo di tre settimane; vale a dire che la famiglia che ne ha diritto potrà usufruire di contributi complessivamente fino a 210 euro a bambino.
Dei contributi potranno usufruire i nuclei con reddito Isee fino a 28 mila euro, in cui entrambi i genitori o l’unico genitore, in caso di famiglie mono genitoriali, siano occupati, comprese le famiglie in cui un genitore sia in cassa integrazione, mobilità o disoccupato partecipante alle misure di politica attiva del lavoro definite dal Patto di servizio concordato con il Centro per l'Impiego competente.
Per presentare domanda sarà necessario avere l’Isee in corso di validità, è quindi consigliabile richiederne per tempo il calcolo online sul sito dell'Inps oppure rivolgendosi ad un Caf.

 

Frequenza di bambini disabili ai servizi estivi

In continuità con lo scorso anno, entro il 4/05/2018 le famiglie potranno richiedere, tramite i soggetti gestori, il personale educativo assistenziale  per sostenere la frequenza dei bambini/e fino agli 11 anni con disabilità certificata, iscritti nei centri estivi inseriti nell'albo comunale dei soggetti gestori o presso i servizi estivi di nido autorizzati.
Al gestore sarà attribuito  il personale educativo-assistenziale  per ogni bambino/a con disabilità per un massimo di 3  turni settimanali di 30 ore ognuno. Il gestore garantisce un rapporto educatore – bambino 1/1.
Nel caso il/la bambino/a sia stato ammesso al servizio di prolungamento estivo di nido o infanzia (dal 2 al 13 luglio) avrà diritto invece ad una sola settimana.
Scarica il bando contenente i requisiti e le modalità di presentazione della richiesta di assegnazione del personale educativo assistenziale.
Per ulteriori informazioni in merito si può contattare lo 059/2032860 o scrivere una mail all’indirizzo