Covid-19 divieto di assembramento e uso delle mascherine

Attività della Polizia locale per far rispettare il divieto di assembramento e l’uso delle mascherine anche all’aperto se non è possibile essere isolati da non conviventi.
Covid-19 divieto di assembramento e uso delle mascherine

Photo by unsplash.com Pille-Riin Priske

Più controlli e un forte richiamo alla responsabilità e al rispetto delle regole. L’aumento della diffusione dei contagi da Covid-19 e la necessità di non andare verso nuove forme di lockdown impongono di mantenere e rafforzare l’impegno generale per frenare la diffusione del virus e mantenere la nuova normalità conquistata.

In questi giorni la Polizia locale di Modena, secondo anche quelle che sono le indicazioni fornite dalla Prefettura in sede di Comitato ordine e sicurezza pubblica, aumenterà i controlli per evitare gli assembramenti e il mancato rispetto delle misure di sicurezza relative a distanziamento e uso della mascherina, ribadite anche nel decreto legge dell’8 ottobre, in attesa del nuovo Dpcm.

Informazione e sensibilizzazione al rispetto delle regole sono gli strumenti che l’amministrazione comunale ha privilegiato in questa fase cercando anche di regolamentare le forme di socialità. La Polizia locale ha pertanto già intensificato i passaggi con gli altoparlanti sottolineando il divieto di assembramenti e l’obbligo di portare sempre con sé la mascherina di protezione da indossare correttamente coprendo naso e bocca nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, ma anche nei luoghi all’aperto, ogni volta che non è possibile avere la garanzia di essere continuativamente isolati da persone che non sono nostre conviventi. In presenza di altre persone la mascherina va quindi sempre indossata anche nell’aree all’aperto di pertinenza dei locali con l’unica eccezione di avere ampie garanzie di poter essere ben distanziati in modo continuativo.

I messaggi, che invitano anche a detergere frequentemente le mani, vengono diffusi soprattutto in orario pomeridiano e serale, dalle 18 alle 6, nell’area del centro storico e nelle zone più interessate dalle aggregazioni anche di natura spontanea e occasionale.

Inoltre, la Polizia locale, anche d’intesa con Modenamoremio, sta contattando esercenti e gestori delle attività economiche del centro storico per coinvolgerli ulteriormente nell’attività di sensibilizzazione al rispetto delle norme di prevenzione nei confronti dei clienti, una collaborazione che risulta fondamentale.

Di pari passo aumentano anche i controlli che già da questo week end saranno più stringenti e si svolgeranno insieme alle Forze dell’ordine con coordinamento della Questura.

Le attività di prevenzione svolte dalla Polizia locale, che comprendono appunto anche l’utilizzo dell’altoparlante, si affiancano infatti alle verifiche sul territorio dell’osservanza delle normative. Inoltre, gli operatori accertano l’osservanza delle disposizioni da parte delle attività commerciali e degli esercizi pubblici, in particolare le misure di sicurezza e la corretta informazione da fornire ai cittadini.

Il rispetto delle precauzioni sanitarie, che ha visto la risposta della comunità modenese sin dall’inizio dell’emergenza, è fondamentale nell’azione di contrasto del virus.