E' online il sito del PUMS - Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Modena

Fino a lunedì 5 febbraio è possibile aderire al panel per la compilazione del questionario su sito internet dedicato ai temi della mobilità sostenibile.

È online il sito del Pums, il Piano urbano della mobilità sostenibile del Comune di Modena - www.comune.modena.it/pums - da cui è possibile partecipare al sondaggio sugli obiettivi strategici che il Piano in corso di realizzazione deve definire, un’indagine basata su di un questionario che viene già sottoposto ai cittadini iscritti al panel dell’Amministrazione comunale.

Il Pums è uno strumento di pianificazione di nuova concezione per la mobilità delle persone e delle imprese nelle aree urbane e periurbane, che ha l'obiettivo di migliorare la sostenibilità dell’intero sistema dei trasporti sotto il profilo ambientale, economico e sociale. Si tratta di un piano flessibile, con orizzonte temporale decennale, che si pone in relazione con gli obiettivi richiesti dal Pair 2020 (Piano Aria Integrato Regionale 2020) e dal Paes (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile) del Comune di Modena.

Superando la vecchia impostazione dei piani della mobilità, il Pums pone al centro le persone e la soddisfazione delle loro esigenze di mobilità con un approccio trasparente e partecipativo che prevede, fin dall’inizio del suo processo di definizione, il coinvolgimento attivo non solo di enti e istituzioni, ma anche di vari portatori di interesse (del mondo dei trasporti, dell’urbanistica, dell’ambiente, delle attività economiche, dei servizi sociali, della salute, della sicurezza, dell’energia), e soprattutto dei singoli cittadini.
Le procedure, gli obiettivi, le azioni per l’attuazione delle strategie e gli indicatori per il monitoraggio sono definiti a livello europeo e nazionale.

Questa fase di consultazione fa parte nel percorso per la definizione del Pums e i cittadini sono invitati a esprimersi rispetto agli obiettivi strategici proposti, in gran parte definiti puntualmente dalla normativa ministeriale.
L’indagine tocca temi che vanno dal trasporto pubblico alla congestione del traffico, dall’incidentalità al consumo di territorio per nuove infrastrutture. Le priorità che emergeranno potranno contribuire ad evidenziare le necessità percepite sul territorio e a orientare le successive fasi di discussione del Piano.

 

Come partecipare al sondaggio

La consultazione è aperta a tutti, non solo a coloro che fanno già parte del panel di ricerca. Dal sito, infatti, oltre a poter approfondire il tema del Piano urbano della mobilità sostenibile e scaricare documenti utili (ricostruzione del quadro conoscitivo della mobilità della città, linee di indirizzo del Pums eccetera), fino a lunedì 5 febbraio è possibile aderire al panel dell’Amministrazione, previa registrazione, ed esprimere interesse alla compilazione del questionario, che rimarrà assolutamente anonimo.
I risultati dell’indagine, non appena disponibili, saranno pubblicati in una sezione specifica del sito, che rimarrà il canale dedicato per seguire tutti i passi verso la redazione finale del Piano.
Per partecipare al sondaggio, chi non è già iscritto al panel di ricerca dell’Amministrazione dovrà inviare all’ufficio Organizzazione, formazione, programmazione e ricerche della Direzione generale  - -  mettendo come oggetto “questionario Pums”. Una volta confermata la disponibilità a partecipare alle ricerche svolte dal Comune, verrà contattato per compilare il questionario on line relativo al Pums.


I quesiti del sondaggio

I quesiti del sondaggio vanno dal miglioramento del trasporto pubblico locale alla riduzione dell’incidentalità, dalla qualità dell’aria al consumo di suolo per infrastrutture.
Il questionario tocca temi che vanno dalla riduzione dell’inquinamento acustico alla razionalizzazione dello spostamento di merci, dall’efficientamento dello spazio stradale e urbano al riequilibrio tra le diverse modalità di spostamento.
Tra gli obiettivi su cui i cittadini sono invitati ad esprimersi anche l’equilibrio economico del sistema della mobilità, l’aumento del tasso di occupazione correlato, la diminuzione del consumo di carburanti tradizionali, la valorizzazione delle modalità di utilizzo condiviso dei mezzi di trasporto, il miglioramento dell’accessibilità di persone e merci, dell’inclusione sociale, la riduzione delle barriere di accesso ai servizi di mobilità, il miglioramento dell’informazione sull’offerta di servizi di mobilità sostenibile, l’incentivazione dell’utilizzo di mezzi elettrici.
Il questionario, compilabile in pochi minuti, si struttura in una prima parte in cui sono presenti una serie di obiettivi cui viene chiesto di associare un grado di importanza compreso tra 1 e 10. Nella seconda parte, vengono invece richiesti alcuni dati anagrafici, pur nell’nonimato, che potranno permettere una migliore analisi dei dati, anche cogliendo eventuali correlazioni sistematiche tra le risposte e le caratteristiche dei soggetti (area di residenza, età, mezzo di spostamento prevalente, eccetera). Infine, è previsto uno spazio per commenti liberi.

Informazioni

Sito PUMS - Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Modena - www.comune.modena.it/pums