Giorno del Ricordo, per non dimenticare le foibe

Lunedì 12 febbraio alle ore 10.45 in Piazzale Natale Bruni, deposizione di una corona d’alloro e cerimonia in memoria delle vittime delle foibe.

La Repubblica italiana, con la legge n.92 del 30 marzo 2004, ha istituito il Giorno del Ricordo come solennità nazionale civile, da celebrarsi il giorno 10 febbraio di ogni anno, per conservare e rinnovare il ricordo delle vittime delle foibe e dell'esodo degli istriani, fiumani, giuliani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.
La data prescelta, 10 febbraio, è il giorno in cui nel 1947 fu firmato il trattato di pace che assegnava alla Jugoslavia l'Istria e la maggior parte della Venezia Giulia.

Quest'anno a Modena il Giorno del Ricordo viene celebrato lunedì 12 febbraio, sempre in Piazzale Natale Bruni, dove si trova il monumento di pietra carsica in memoria dei 17mila italiani morti nelle foibe e dei 350mila italiani profughi dalle terre d'Istria di Fiume della Dalmazia.

Alla cerimonia saranno presenti il Sindaco di Modena e il Presidente del Comitato Provinciale dell’Associazione Venezia Giulia e Dalmazia.


Celebrazione del 12 febbraio


ore10.45 - Piazza Natale Bruni
Benedizione del Monumento dedicato ai Martiri delle foibe e deposizione di una corona d’alloro - Preghiera dell’Infoibato

ore 11.00 - Chiesa Monumentale Tempio dei Caduti
Santa Messa celebrata da S.E. Mons. Erio Castellucci, Arcivescovo Abate di Modena - Nonantola
A seguire la consegna dell’onorificenza “Benemerente ANVGD” al Sindaco di Modena


Visualizza o scarica il volantino dell'evento