I 30 anni della convenzione sui diritti dell'infanzia e adolescenza

Nell'occasione, sabato 16 novembre, conferimento della cittadinanza onoraria a 216 bambini nati in Italia e cresciuti a Modena.

 

In occasione dei trent'anni della "Convenzione sui diritti dell'infanzia e dall'adolescenza", il Comune di Modena propone una serie di iinziative rivolte a docenti, cittadini e famiglie dal 6 novembre al 7 dicembre 2019.

 

Visualizza o scarica il programma completo

 

Bambin@=Cittadin@ 2019  


sabato 16 novembre 2019 ore 10.30
Forum Monzani, via Aristotele 33  Modena
Conferimento della cittadinanza onoraria modenese ai bambini con cittadinanza non italiana residenti a Modena e nati in Italia nel 2009
Alla cerimonia saranno presenti

Gian Carlo Muzzarelli, Sindaco di Modena
Fabio Poggi,  Presidente del Consiglio Comunale
Grazia Baracchi, Assessora all'Istruzione Formazione professionale, Sport, Pari opportunità
Lorenzo Iughetti, Presidente Unicef Modena

Ad aprire l’evento con l’esecuzione del brano “Shnirele Perele” sarà l'orchestra ModenaMoltiMondi composta prevalentemente da studenti delle scuole superiori di Modena (Venturi, Cattaneo-Deledda, I.I.S. Corni, e Ipsia Corni) che dal 2017 unisce ragazzi, storie, musiche e culture sotto la direzione di Michele Bonifati, Simone Di Benedetto e Giulio Stermieri.

Nel corso della manifestazione saranno proiettati il video “L'infanzia e i suoi diritti” realizzato dal Centro Memo del Comune, uno realizzato da Unicef e quello fatto da alunni e insegnanti della scuola primaria Cittadella; la cerimonia sarà inoltre accompagnata da alcuni brani musicali a cura dell'orchestra ModenaMultiMondi. Dopo l’inno italiano e quello europeo le autorità consegneranno infine gli attestati di cittadinanza a 216 bambini che saliranno sul palco a gruppi, suddivisi per scuola, insieme ai compagni di classe, mentre sullo schermo gigante scorreranno i disegni realizzati da alcune classi quinte delle scuole Graziosi, Pascoli e Gramsci sui temi della cittadinanza e dei diritti dei bambini.

 

Per saperne di più: www.comune.modena.it/memo