Transmissions Bands

Musica e performance a "La Torre" del centro Musica in via Morandi 71, da venerdì 11 a domenica 13 ottobre 2019.

Seconda edizione per “Transmission Bands”, rassegna nata con lo spazio La Torre del Centro Musica_71MusicHub, luogo performativo frutto della rigenerazione di una sezione del complesso ex-Amiu di via Morandi 71. Da venerdì 11 a domenica 13 ottobre ospita tre serate focalizzate sulla contaminazione tra arti, performance, musica e immagine, che comprenderanno produzioni originali, ospiti internazionali e il primo appuntamento di “Staccato”, rassegna di avvicinamento a Node 2020.

L’ingresso a tutte le serate è gratuito ma con prenotazione sul sito del Centro musica (www.musicplus.it).

 

Venerdì 11 Ottobre, ore 21

FRAMES  - Cinema, Danza, Musica

Musiche: Corrado Nuccini, Alessandro "Asso" Stefana, Rodrigo D'Erasmo
Danzatori: Sabino Barberi, Emi Longagnani, Simone Schedan
Coreografie: Elisa Balugani

Soundtracks presenta "Frames", spettacolo di cinema/danza/musica a cura di Corrado Nuccini con coreografie di Elisa Balugani. Un incrocio di linguaggi, generi e modalità espressive, tributo a quella contaminazione creata da Norman Mclaren tra luci, immagini, musica e danza. "Frames" spinge lo spettatore in un mondo sospeso tra luci e romanticismo, psichedelia e forza della visione.
Nei 45 minuti di spettacolo si è immersi in un flusso ininterrotto di danza, suoni, luci e colori. Si supera l'esperienza del cineconcerto fondendo la sonorizzazione con la danza in uno spettacolo multidisciplinare che vanta la presenza di tre ottimi danzatori (Sabino Barberi, Emi Longagnani, Simone Schedan) e di due grandi musicisti: Alessandro "Asso" Stefana e Rodrigo D'Erasmo. Il primo è uno dei più apprezzati chitarristi italiani, con un sound riconoscibile ed unico, apprezzato da artisti e pubblico di tutto il mondo, da Vinicio Capossela con cui suona da anni a PJ Harvey e Mike Patton. Il secondo è un musicista completo e moderno, capace di adattare le sonorità del suo violino ad un sound raffinato e contemporaneo ma al contempo rock e potente, in pianta stabile negli Afterhours e stretto collaboratore di Manuel Agnelli ha collaborato anche con Steve Wynn e John Parish. La coppia già da sola è garanzia di una serata imperdibile, senza considerare l'incontro col cinema di Norman Mclaren e con le coreografie di Elisa Balugani.

Sabato 12 Ottobre, ore 21

FENNESZ -  Agora

audiovisual live con LILLEVAN

Agora è primo album solista di Christian Fennesz dai tempi di "Mahler Remixed" (Touch, 2014) e "Bécs" (Editions Mego, 2014). "Nel periodo in cui ho registrato l'album, ero temporaneamente senza uno studio, e ho dovuto spostare tutta la mia attrezzatura in una piccola camera da letto nel mio appartamento", racconta Fennesz, "E' stato tutto realizzato in cuffia, una situazione inizialmente frustrante ma che mi ha riportato a quando producevo i miei primi dischi negli anni '90". Da questa ispirazione, e usando un set minimale, Fennesz crea attraverso chitarra e computer suoni elettronici vorticosi e scintillanti, composizioni dalla musicalità talmente complessa da diventare tutt'altro che sterili esperimenti digitali. All'opposto, ogni brano è permeato da un innato naturalismo, come si trattasse di registrazioni del microscopico mondo degli insetti che popolano una foresta tropicale, o della vastità incontrollabile degli eventi atmosferici.
Dal vivo, l'album si sposa con i visual di Lillevan, video artist, live performer e co-fondatore del collettivo Rechenzentrum (Berlin, 1997–2008). Le sue performance, pubblicazioni, collaborazioni e lavori solisti - acclamati sia dal pubblico che dalla critica - hanno portato i visual per la musica, l'animazione e la manipolazione di immagini ad un nuovo livello.
Christian Fennesz - Chitarrista, compositore e musicista, è una figura chiave e una delle voci più originali della musica elettronica contemporanea. Dopo i primi due album "Hotel paralel.lel" (1997) e "Plus Forty Seven Degrees 56′ 37″ Minus Sixteen Degrees 51′ 08″ (2001), raggiunge la consacrazione con il terzo lavoro "Endless summer" (2001, Mego), uno dei manifesti più influenti dell'estetica glitch. I successivi lavori segnano un avvicinamento a paesaggi ambient: dall'impressionismo digital-melodico di "Venice" ai vasti affreschi di basse frequenze ed armoniche di "Black Sea" (2008) fino all'ultimo "Bécs" (2014). Pochi mesi dopo ha visto la luce anche "Mahler Remixed", progetto di live editing che ruota attorno ad alcuni samples presi da sinfonie di Mahler riutilizzati come tasselli attorno a cui Fennesz ricama con la chitarra. Da ricordare anche le collaborazioni con Ryuichi Sakamoto, David Sylvian, Keith Rowe, Mark Linkous (Sparklehorse), Mike Patton e molti altri. Con il fondatore di Mego Peter Rehberg (Pita) e Jim O'Rourke ha fondato il trio di improvvisazione Fenn O'Berg.

Domenica 13 Ottobre, ore 21

NODE presenta Staccato#1

BEN VINCE // LAURA AGNUSDEI
Ben Vince e Laura Agnusdei sono i protagonisti della prima serata di Staccato, format di quattro eventi e un workshop pensato come ideale percorso di avvicinamento alla prossima edizione del festival che si terrà nel 2020. Due performance dedicate alle potenzialità espressive del sassofono in ambito contemporaneo, con cui NODE torna all'interno della Torre a un anno esatto dalla sua inaugurazione. Un legame che si rinsalda e una collaborazione, quella instaurata con il Centro Musica di Modena, ulteriormente impreziosita dalla inclusione di questa serata nel programma di eventi di Transmission Bands, tre giorni di performance dedicata alle varie sfaccettature della musica elettronica.
Ben Vince - Musicista e compositore britannico, attivo da anni nell'underground londinese e noto per una produzione complessa ed articolata attraverso la quale ha ridefinito in modo radicale le potenzialità sonore e timbriche del sassofono. Nei suoi live improvvisazione e contaminazioni elettroniche si fondono per creare un collage di melodie, texture e figure ritmiche, ampliando la palette sonora attraverso una gestualità fluida quanto ipnotica e realizzando paesaggi sonori dotati di un efficace equilibrio di intervalli tra suono e silenzio. La forza propulsiva dei suoi live è indirizzata alla ricerca di un'armonia con l'ambiente che lo circonda e si traduce nei suoi lavori in studio in una inesauribile "voglia" di collaborare con artisti provenienti dall'intero spettro della musica contemporanea.
Laura Agnusdei - Sassofonista bolognese, diplomatasi in sax classico al Conservatorio G.B.Martini di Bologna, ha successivamente conseguito un Master in musica elettronica all' Institute of Sonology di Den Haag. Il suo progetto solista esplora le possibilità della composizione elettroacustica, creando trame sonore all'interno dei quali il sax rimane la principale voce narrante. Sospesa tra residui di forma canzone e squarci improvvisativi, la sua musica amalgama fonti diverse (acustiche, digitali e analogiche) alla ricerca di un'emotività che assume toni e colori differenti da una traccia all'altra. Dopo il suo esordio con Night/Lights, uscito nel 2017 per l'inglese The Tapeworm, sotto la medesima etichetta è prevista per quest'inverno l'uscita in vinile del suo primo album.

Per informazioni e prenotazioni

71MusicHub - Centro Musica
Via Morandi, 71
tel. 059 2034810
www.musicplus.it
centro.musica@comune.modena.it