Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Fondazione Villa Emma - Ragazzi ebrei salvati

fondazione villa emmaTra il 1942 e il 1943, nel comune modenese di Nonantola, 73 ragazze e ragazzi profughi ebrei di varia nazionalità, che soggiornavano temporaneamente presso una villa ottocentesca chiamata "Villa Emma", furono nascosti e protetti dalla comunità locale, che li aiutò poi a fuggire in Svizzera e a salvarsi dalla barbarie nazista.
In ricordo di questo esemplare episodio di solidarietà e di valore civile, nel 2004 è stata costituita, su iniziativa del Comune di Nonantola, la Fondazione Villa Emma - Ragazzi Ebrei salvati, il cui scopo prioritario è la gestione e il potenziamento del Centro per la pace e l'intercultura Villa Emma, luogo di memoria, di riflessione, di meditazione, di formazione, di dialogo, di progettazione e di sviluppo delle tematiche rivolte ai minori e in particolare a quelli colpiti dalla disgrazia e dalla sofferenza della guerra, della violenza, della deportazione e dell'esilio.

 

DATI SINTETICI SULLA FONDAZIONE

Anagrafica
Forma giuridica Fondazione
Tipologia -
Codice fiscale 94111760362
Sede legale Via Mavora, 39 - 41015 - Nonantola (Mo)
Sede operativa Via Roma, 23 Scala A – 41015 – Nonantola (Mo)
Telefono 059.54.71.95
Fax 059.89.65.57
Sito internet www.fondazionevillaemma.org

 

Principali dati economici, finanziari e patrimoniali
Fondo di dotazione 611.728,00
Patrimonio netto 32.148,65
Totale ricavi (bilancio 2017) 74.319,21
Totale costi (bilancio 2017) 70.840,41
Reddito netto (bilancio 2017) 3.478,80
Reddito netto (bilancio 2016) -14.291,33
Reddito netto (bilancio 2015) 25.997,55
Numero medio dipendenti 1

 

Caratteristiche della partecipazione del Comune di Modena
Qualifica dell'Ente Socio fondatore promotore
Anno di adesione 2004
Quota iniziale per fondo di dotazione -
Durata dell'impegno illimitata
Onere gravante sul bilancio (2017) 0