Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Ricorso al Sindaco

 

Quando si può richiedere il ricorso al Sindaco

Si può ricorrere al Sindaco per richiedere l'annullamento di verbali per violazioni a Regolamenti o ordinanze del Sindaco o per altre violazioni, secondo le indicazioni contenute nei verbali di accertamento.

 

Presentazione del ricorso

Possono presentare ricorso il trasgressore o il proprietario del veicolo entro 30 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale, se non è stato effettuato il pagamento. 

 

Come presentare il ricorso
  • di persona: all'ufficio o comando cui appartiene l'organo accertatore
  • per posta: da inviarsi allo stesso Ufficio
  • per fax allo 059/2033735. In questo caso deve sempre essere allegata copia di un documento di riconoscimento in corso di validità
  • mediante posta elettronica certificata al seguente indirizzo pec:  poliziamunicipale@cert.comune.modena.it

Allegati al ricorso, da inoltrare in carta libera, a supporto dello stesso possono essere presentati i documenti ritenuti idonei e può essere richiesta l'audizione personale.

 

Il Sindaco, o il Funzionario delegato se ritiene fondato l'accertamento e non accoglie il ricorso,  adotta un'ordinanza motivata con la quale impone il pagamento di una somma che può essere aumentata sino al  20% dell'importo originale  e delle spese di procedimento. L'ordinanza ingiunzione viene notificata all'autore della violazione ed alle altre persone che sono tenute al pagamento.
Il Sindaco o il suo delegato se accoglie il ricorso  adotta ordinanza di archiviazione, che viene comunicata ai ricorrenti.    

 

Pagamento dell'ordinanza di ingiunzione

Entro il termine di 30 giorni dalla notificazione all'ufficio indicato nello stesso atto. 

Normativa di riferimento
  • Legge 24 novembre 1981, n. 689
  • D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 - Testo Unico Enti locali