Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Fermo amministrativo

Il fermo amministrativo è una sanzione amministrativa accessoria, conseguente alla commissione di una violazione (ad es. mancato uso del casco) e consiste nel privare temporaneamente della disponibilità del veicolo il proprietario. E' applicabile solo quando è previsto dal Codice della Strada e durante il periodo di fermo il veicolo non può mai essere utilizzato.

 Come viene applicato

La Polizia Locale o gli altri organi di polizia stradale provvedono ad affidare il veicolo (anche ciclomotore o motociclo) alla custodia del conducente od altro soggetto obbligato in solido (proprietario, usufruttuario etc), che è tenuto a ricoverarlo in apposito luogo non soggetto a pubblico passaggio di cui abbia la disponibilità in territorio italiano (area privata, autorimessa, etc).
Se il conducente è
minorenne, il veicolo viene sempre affidato a chi esercita la potestà familiare o a chi ne fa le veci, se presente o prontamente reperibile.


L'organo di polizia stradale che ha accertato la violazione trattiene il documento di circolazione del veicolo fino allo scadere del periodo di fermo e colloca sul veicolo appositi sigilli.

Qualora il soggetto che ha assunto la custodia del veicolo circoli ovvero consenta la circolazione del veicolo stesso è punito con la sanzione pecuniaria di € 1.988 e la sanzione accessoria della revoca della patente. Il veicolo viene posto sotto sequestro ai fini della confisca e trasportato presso la depositeria di turno.


Al termine del periodo di fermo, l'organo di polizia provvede a restituire il documento di circolazione all'avente diritto ed a rimuovere i sigilli dal veicolo.


Nel caso in cui il conducente od altro soggetto obbligato in solido rifiuti di assumere la custodia del veicolo per la durata del fermo e/o di trasportarlo a proprie spese al luogo di custodia secondo le prescrizioni indicategli è soggetto a:
- sanzione amministrativa pecuniaria e ritiro immediato dalla patente di guida per la sospensione;

In tale caso il veicolo sarà trasportato in un deposito convenzionato.

Ditte convenzionate con il Comune di Modena
  • Ditta Longagnani Antonio in via Paolucci, 45 tel. 059/331414.

  • Ditta Camellini Autogru snc, Via Del Murazzo 70; 059822727

  • Autosoccorso, Via Tito Livio, 17; 059/828222

  • Carlo Attrezzi Soc. Coop - Via del Murazzo, 70 tel. 059/822727

 


Informazioni

Comando Polizia Locale di Modena

 


Come fare ricorso
  • Ricorso amministrativo: entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale al Prefetto di Modena
  • Ricorso giurisdizionale: entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione della violazione al Giudice di Pace di Modena