Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Il processo partecipativo

Nella costruzione del PUMS di Modena verrà utilizzata una procedura che prevede la combinazione di diversi strumenti di discussione strutturata e di valutazione pubblica delle alternative che consentirà di:

  1.  individuare le priorità tra gli obiettivi tematici del PUMS connessi alle diverse dimensioni della sostenibilità urbana;
  2.  definire uno Schema di Piano validato dal confronto con la società modenese, che dalla proposta di obiettivi porti a identificare un disegno di interventi;
  3. approfondire i principali interventi previsti in specifiche aree della città.

Coerentemente con questi obiettivi, gli strumenti utilizzati sono:

  • uno studio preliminare del sistema della mobilità di Modena attraverso analisi "a tavolino" dei dati e rilevazioni sul campo (scarica il documento);
  • il "dialogo strutturato" con gli stakeholder, per condurre all’identificazione di una graduatoria per ordine di priorità degli obiettivi;
  1. Incontro con gli stakeholder del 06.12.2017
  2. Incontro con gli stakeholder del 18.12.2017
  3. Incontro con gli stakeholder del 12.03.2018
  • un’ indagine on-line per raccogliere le opinioni dei cittadini tramite la quale arrivare alla versione definitiva di Schema di Piano e procedere all’identificazione della graduatoria di priorità (obiettivi del PUMS). Tale indagine si è recentemente conclusa e i risultati della stessa sono stati raccolti in una presentazione (scarica la presentazione) e in un documento di sintesi che riporta anche il confronto con i risultati emersi dagli stakeholder (scarica il documento).

 

  • un percorso partecipato per la definizione degli scenari di Piano con gli stakeholder del territorio a partire dagli obiettivi condivisi e dalle macro-strategie proposte dalla Giunta nel documento Preliminare di Pums (scarica la presentazione) : 

       - lunedì 21.01.2019

       - martedì 29.01.2019

       - giovedì 07.02.2019

 

  • il percorso partecipativo di VAS da condurre insieme alla Regione Emilia Romagna e agli Enti coinvolti