Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

06/03/2003

STADIO BRAGLIA, VIA AI LAVORI DI AMPLIAMENTO

Modena calcio e Comune hanno appaltato i lavori per portare la capienza dell'impianto a 20.000 posti. Cantiere operativo prima della fine del campionato. Saranno abbattute e rifatte la gradinata e la curva nord
Partiranno nei prossimi giorni, e comunque entro la fine del campionato in corso, i primi lavori di accantieramento del secondo stralcio del progetto di ampliamento dello stadio Braglia, per portare la sua capienza ai 20 mila posti richiesti dalla Lega calcio. Anche in questa seconda fase di lavori il Modena calcio, che è titolare dell'intervento, si farà carico del 50,1% dei costi, mentre il restante 49,9% sarà a carico del Comune di Modena. L'intervento è stato illustrato oggi in una conferenza stampa dal sindaco Giuliano Barbolini e dal presidente del Modena Calcio Romano Amadei. Il costo complessivo del secondo stralcio, con le variabili che si potranno verificare in corso d'opera, si aggirerà intorno a 8,5 milioni di euro. Con l'aggiunta del costo dei lavori già eseguiti nel primo stralcio, che è stato di 1,8 milioni di euro, il costo complessivo dell'intera ristrutturazione ed ampliamento ammonta a circa 10,3 milioni euro (corrispondenti a circa 20 miliardi di vecchi lire), cioè la cifra indicata sin dall'anno scorso come costo complessivo dell'ampliamento. E' da sottolineare come questo secondo stralcio faccia per l'appunto parte del progetto complessivo già presentato, che aveva ottenuto l'approvazione della Soprintendenza ai beni artistici e architettonici e della Lega calcio. Nella prima fase di lavori, ultimata prima della partenza del campionato in corso, era stata realizzata parte della nuova curva sud, poi intitolata a Gigi Montagnani. Questa seconda fase dell'intervento è quella assai più impegnativa, in quanto prevede l'eliminazione dell'attuale pista di atletica e delle gradinate metalliche, installate a più riprese negli scorsi anni, nonché nella demolizione della gradinata e della curva nord, che saranno sostituite da nuove strutture che completeranno in forma avvolgente e coordinata l'anello degli spalti attorno allo Stadio. La capienza complessiva potrà così raggiungere i 20.000 posti a sedere già dall'inizio del prossimo campionato e la gradinata rettilinea di fronte alla tribuna sarà provvista anche di copertura. Sarà demolito l'impianto di illuminazione del campo di gioco e saranno installate nuove torri faro più alte, di potenza superiore al doppio di quella attualmente installata. Quanto alla tribuna storica, sarà ampliata nella parte inferiore e ristrutturata per dotarla di servizi funzionali adeguati. Saranno migliorati gli spogliatoi ed i servizi per gli atleti e gli spazi a disposizione della stampa. La selezione della ditta esecutrice ha visto la partecipazione di otto imprese, ed ha portato la presentazione di tre offerte ritenute valide. L'ulteriore trattativa intrapresa dal Modena F.C. ha permesso di riconfermare l'aggiudicazione al Consorzio Cooperative Costruzioni di Bologna, già esecutrice del 1° stralcio dei lavori sulla curva sud. Come accennato all'inizio i lavori inizieranno prima della fine del campionato in corso e riguarderanno alcune parti non a contatto con il pubblico e senza impedimenti al regolare svolgimento dell'attività agonistica all'interno dell'impianto sportivo. In particolare si prevede di realizzare alcuni pali di fondazione, che insistono sulla pista di atletica e nella parte esterna al campo di gioco. In questa fase, proprio per ridurre i problemi sull'impianto sportivo, si ipotizza di occupare una parte della Piazza Tien An Men per l'accantieramento e per il deposito dei materiali, che dovranno essere disponibili fin dall'inizio dei lavori.

Azioni sul documento