Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2009 / Maggio / 'IL CAMMINANTE' DI VACCARI ARRIVA ALLA PALAZZINA PUCCI
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

25/05/2009

'IL CAMMINANTE' DI VACCARI ARRIVA ALLA PALAZZINA PUCCI

La scultura sarà trasferita, in giornata, da Palazzo Santa Margherita al Laboratorio della Città. Domenica 31 maggio alle 10.30 festeggiamento pubblico della nuova collocazione

‘Il camminante’ di Wainer Vaccari da oggi darà il benvenuto a coloro che si recheranno alla Palazzina Pucci. La scultura, che raffigura il viandante, per anni soggetto delle tele di Vaccari, dal 2004 è ospitata nel chiostro di Palazzo Santa Margherita all’interno della mostra ‘Arte in città’, voluta dall’Amministrazione comunale di Modena, e firmata da Walter Guadagnini con la collaborazione di Emilio Mazzoli. Sarà trasferita in giornata nella sede del Laboratorio della Città, ex Mercato Bestiame, via Canaletto 98, dove avrà collocazione definitiva. La nuova collocazione dell’opera sarà festeggiata con un momento pubblico domenica 31 maggio alle 10.30, alla presenza delle autorità e del prof. Walter Guadagnini.
La figura umana del lavoro di Vaccari è un viandante tecnologico, mutevole, che porta con sé, e rende visibili, le immagini e le cose che incontra nel cammino, senza più distinzione tra interno ed esterno, tra figura e ambiente, come nella migliore tradizione scultorea avviata, ai primi del Novecento, da Boccioni. Si confronta direttamente con gli esempi della statuaria pubblica cittadina del passato, giocando sullo stesso terreno una partita rischiosa ma affascinante, quella di innovare dall’interno un linguaggio plurisecolare, con la coscienza di un artista del XXI secolo. Wainer Vaccari ha da sempre incarnato la continuità della tradizione figurativa, pur elaborando tale tradizione in una chiave di assoluta contemporaneità, giungendo a inventare un linguaggio, e un mondo, autonomi e inconfondibili. Il recente affondo verso le ragioni stilistiche di una contemporaneità pittorica ricercata e dichiarata non ha mutato l’atteggiamento di Wainer Vaccari nei confronti di un ideale artistico saldamente ancorato al passato. La scultura, per lui, rimane dunque anzitutto ricerca plastica, elaborazione della forma nello spazio attraverso una materia nobile come il bronzo.
 

Azioni sul documento