Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2014 / Marzo / “UNA GIUDICE NORMALE”, LA LEZIONE DI PAOLA DI NICOLA
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

08/03/2014

“UNA GIUDICE NORMALE”, LA LEZIONE DI PAOLA DI NICOLA

Martedì 11 marzo in Galleria Europa incontro con l’autrice di “Una donna in magistratura”, nominata Women Inspiring Europe 2014 e candidata al Csm

Martedì 11 marzo alle 17 in Galleria Europa (piano terra del Municipio, piazza Grande 17) si parlerà di donne e magistratura con Paola Di Nicola autrice di “La Giudice. Una donna in magistratura”. L’incontro, che sarà aperto dai saluti del sindaco Giorgio Pighi, è a cura di Centro Europe Direct del Comune di Modena. Discuteranno con l’autrice Teresa Magno giudice al Tribunale di Modena e Marco Gestri professore di diritto dell’Unione europea all’Università di Modena e alla Johns Hopkins University Sais Europe di Bologna. Coordina Simona Arletti, assessore alle Politiche europee del Comune di Modena.

Paola Di Nicola è giudice presso il Tribunale penale di Roma. È esperta, in particolare, in materia di immigrazione, di evasione fiscale e in materia ambientale. Su questi argomenti ha pubblicato diversi provvedimenti che hanno costituito una parte significativa dell'elaborazione giurisprudenziale italiana. È tra le pochissime donne candidate alle primarie del Consiglio Superiore della Magistratura e ha lavorato per ottenere le quote rosa nelle liste per il Csm. Ha ricevuto dall’Istituto dell’Unione europea per l’uguaglianza di genere, la nomina a Women Inspiring Europe 2014 (Donne che ispirano l’Europa 2014). La sua candidatura è stata sostenuta dall’associazione internazionale Time for equality perché “Paola Di Nicola ha il merito di aver rilanciato, dalla sua prospettiva di una giudice normale, come si definisce, una riflessione culturale su temi anche scomodi e spesso rimossi, e di portare avanti, con convinzione, semplicità e sincerità, un’opera di sensibilizzazione quanto mai necessaria alle questioni di genere, al riconoscimento e al superamento degli stereotipi e dei pregiudizi, ostacolo alla piena realizzazione delle potenzialità e dei talenti di ognuno”.

L’iniziativa è promossa nell’ambito della Giornata Internazionale della Donna, un’occasione per ricordare le conquiste sociali e politiche delle donne, per rafforzare la lotta contro le discriminazioni e le violenze, un momento per riflettere sui passi ancora da compiere.

Azioni sul documento