Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2014 / Marzo / CITTÀ DEL ‘900 E DEL FUTURO, LEZIONE A DUE VOCI AL SAN CARLO
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

29/03/2014

CITTÀ DEL ‘900 E DEL FUTURO, LEZIONE A DUE VOCI AL SAN CARLO

Secondo incontro del ciclo di architettura e urbanistica. Martedì 1 aprile alle 20.45 con Giovanni Leoni e Alessandro Balducci introdotti dall’assessore Gabriele Giacobazzi

“Qualità dell'architettura e costruzione della città a Modena nel ‘900 e nella città di oggi” e “Politiche e progetti per la città contemporanea italiana, europea, mondiale”. Sono i due temi che martedì 1 aprile alle 20.45 Giovanni Leoni e Alessandro Balducci rispettivamente, affronteranno a Modena, nel teatro della Fondazione Collegio San Carlo (via S. Carlo 5). Introdotta dall’assessore comunale alla Progettazione del territorio Gabriele Giacobazzi, la doppia lezione, che prevede dialogo e confronto tra i relatori e con il pubblico, è a ingresso libero e gratuito e sarà accompagnata dalla proiezione di immagini.

L’incontro è il secondo appuntamento del ciclo “Città del Novecento e città del futuro. Colloqui su architettura, spazi e progetti urbani in Europa, in Italia e a Modena”, promosso dall'Ufficio Ricerche e documentazione sulla Storia urbana del Comune di Modena, assessorato alla Cultura.

Giovanni Leoni è ordinario di Storia dell'Architettura e direttore del Dipartimento di Architettura dell'Università di Bologna; Alessandro Balducci è docente di Pianificazione e Politiche urbane al Politecnico di Milano, di cui è prorettore.

Obiettivo della serata è mettere in relazione temi modenesi,affrontati con taglio storico, e politiche e progetti per rispondere alle sfide del mondo contemporaneo.

La lezione di Leoni, infatti, si soffermerà sulla conservazione e il rinnovamento della città storica e sulla qualità dell'architettura della “città nuova”, partendo dal tema della nascita delle “due città” a Modena con l'abbattimento delle mura. Focus sul periodo della ricostruzione e del primo sviluppo economico del secondo dopoguerra (1947-1962), con una analisi su Mario Pucci e la sua visione di una Modena moderna. Le linee finali del primo intervento apriranno una riflessione sul rapporto fra valori storici e modernità individuando le possibili linee di sviluppo di una “terza città”.

Dopo Leoni, Alessandro Balducci con la sua relazione si chiederà come mutano oggi le città nel mondo, in Europa e in Italia; quali siano le forze che alimentano la trasformazione e come attrezzarsi per affrontare problemi nuovi ed emergenti. Le città, profondamente cambiate rispetto al passato, sono i luoghi nei quali i grandi problemi si presentano con i tratti più marcati e allarmanti: invecchiamento della popolazione, inquinamento, polarizzazione sociale, emissioni di CO2 e impatto sul cambiamento climatico, disoccupazione. Ma le città sono anche i luoghi dove gli stessi problemi possono essere affrontati con risultati che possono avere effetti di rilevanza globale. L’intervento cercherà di chiarire di quali progetti e di quali politiche ci sia bisogno per  riuscire ad attribuire questo ruolo strategico alle città.

I partecipanti all’incontro avranno in omaggio fino a esaurimento copie il Cd dell' “Atlante delle architetture del Novecento a Modena “, con 101 schede critiche di edifici e spazi urbani, foto attuali e d'epoca, immagini, disegni, mappe, e un booklet con due itinerari di architettura da percorrere a Modena con l'ausilio di foto e carte. Entrambi gli strumenti offerti sono tratti dal volume curato dall'Ufficio Ricerche storia urbana “Città e architetture. Il Novecento a Modena”, (F. C. Panini, 2012), da cui prenderà l’avvio l’intervento di Giovanni Leoni, autore di un testo per il libro.

Le lezioni si avvalgono anche della promozione dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Modena per il rilascio di crediti formativi. Si rilasciano a tutti gli  intervenuti attestati di partecipazione validi per la richiesta di crediti.

Azioni sul documento