Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2018 / Ottobre / ENERGIE NUOVE IN CENTRALE / 3 – ERT SULLE “STRADE INVISIBILI”
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

09/10/2018

ENERGIE NUOVE IN CENTRALE / 3 – ERT SULLE “STRADE INVISIBILI”

Sabato 13 e domenica 14 ottobre installazioni, “mise en espace” e recital a cura di Ert nell’ambito di “EnERgie Diffuse”. Domenica alle 21 Lino Guanciale. Iniziative gratuite

La compagnia di attori di Ert, gli allievi della scuola di teatro Iolanda Gazzerro e Lino Guanciale protagonista del recital di chiusura. Nel fine settimana di sabato 13 e domenica 14 ottobre sarà Ert (Emilia Romagna Teatro Fondazione), nell’ambito dell’iniziativa della Regione “EnERgie Diffuse”, a prendere letteralmente la scena al Laboratorio aperto ex Centrale Aem di Modena, in viale Buon Pastore 43. Lo farà con una serie di azioni sceniche e iniziative raccolte sotto il titolo “Le strade invisibili. Una centrale, due giorni, tre eventi”.

In programma in orari diversi nelle due giornate, Ert propone la “mise en espace” “Le strade invisibili”, “Modena e la letteratura” installazioni in forma di lettura e, a chiudere, domenica sera alle 21, il recital “Moderneide. Oggigiani o misoneisti?”, protagonista Lino Guanciale (che sarà anche trasmesso in streaming sul canale social di ERT, su facebook https://it-it.facebook.com/ErtFondazione/). Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito.

Per “Le strade invisibili” e per “Moderneide. Oggidiani o misoneisti?” (capienza 150 posti) accesso gratuito con biglietto ritirabile alla biglietteria del Teatro Storchi nei consueti orari d’apertura (martedì, venerdì, sabato ore 10-13 e 16.30-19; mercoledì e giovedì 10-14) o prenotati all’indirizzo mail (biglietteria@emiliaromagnateatro.com). Ogni persona può ritirare o prenotare un massimo di due biglietti.

Il programma prevede sabato 13 dalle 16.30 alle 19.30 e domenica 14 ottobre dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 17 “Modena e la letteratura” un’installazione in forma di lettura per scoprire, ascoltando i brani più affascinanti di scrittori legati a Modena, gli spazi dell’ex Centrale Aem in omaggio alle energie creative della città.

Protagonisti gli attori di Ert Donatella Allegro, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia, Franca Penone e gli allievi della Scuola di teatro Iolanda Gazzerro, laboratorio permanente per l’attore (corso Attore internazionale, approvato dalla Regione e cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo).

Sabato 13 alle ore 21 e in replica domenica 14 ottobre alle ore 18 “Le strade invisibili”, una mise en espace costruita per l’occasione, per raccontare attraverso lo spazio recuperato dell’ex Centrale Aem il groviglio di strade, vie, reti che corre sotto i nostri occhi. La drammaturgia a cura di Emanuele Aldrovandi vede anche in questo caso in scena gli attori di Ert Donatella Allegro, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia, Franca Penone e gli allievi della Scuola di teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore.

Evento conclusivo all’ex Aem, e anche della Settimana della Cultura 7-14 ottobre 2018 nell’ambito di “EnERgie Diffuse – Emilia-Romagna. Un patrimonio di culture e umanità” è “Moderneide. Oggidiani o misoneisti?”, in scena all’ex Centrale di viale Buon Pastore a Modena domenica 14 ottobre alle 21: Lino Guanciale è il protagonista di un recital tutto dedicato alla discussione interminabile, appassionata e spesso accesissima tra chi sostiene le ragioni di ieri e chi difende quelle di domani.

 “Le strade invisibili. Una centrale, due giorni, tre eventi” di Ert si realizza e si svolge nell'ambito di “EnERgie Diffuse”, iniziativa della Regione Emilia-Romagna che celebra l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018 con circa 400 eventi programmati in tutto il territorio regionale, fra open day di musei, teatri e archivi, per una vasta campagna di sensibilizzazione che, da Rimini a Piacenza, culmina nella Settimana di promozione della cultura dal 7 al 14 ottobre.

Informazioni online: www.emiliaromagnateatro.com.

Azioni sul documento