Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2018 / Marzo / “MUTINA SPLENDIDISSIMA”, È ONLINE “MODENA COMUNE” DI MARZO
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

08/03/2018

“MUTINA SPLENDIDISSIMA”, È ONLINE “MODENA COMUNE” DI MARZO

Si può leggere e scaricare dal sito web il mensile comunale in distribuzione

Una bambina tra le ali di un grande uccello sorvola l’antico anfiteatro, gli edifici, e il paesaggio della Mutina romana, nell’incredibile effetto generato dalla “street art 3D”. È l’immagine di copertina di “Modena Comune” di marzo, dedicata alle tante iniziative che continuano a far vivere con linguaggi sempre diversi la mostra “Mutina Splendidissima” al Foro Boario, fino alla chiusura dell’8 aprile. “Modena Comune” di marzo èonline e in distribuzione qualche giorno dopo la naturale scadenza del primo del mese, per consentire di pubblicare le tabelle relative al voto cittadino di domenica 4 marzo.

Il periodico dell’Amministrazione, è online (www.comune.modena.it/salastampa), e nei prossimi giorni sarà in distribuzione gratuita nelle cassette delle lettere in oltre 80 mila copie. Nelle pagine interne, l’approvazione del Bilancio in Consiglio, l’acquisto da parte di Seta di nuovi filobus full electric per Modena, un servizio sulle squadre di operatori professionali che si occupano dei senza dimora e ed escono d’inverno con i volontari a portare generi di conforto. Le pagine centrali dedicate alla cultura, oltre agli appuntamenti di “Mutina splendidissima”, presentano le prime esposizioni inaugurate da Fondazione Modena Arti Visive. Spazio, poi, all’edizione 2018 di Buk, festival della piccola e media editoria che nel 2018 si svolge in piazza XX settembre dal 23 al 25 marzo. Tra le novità, la presentazione di un film documentario sulla partigiana e onorevole modenese Gina Borellini.

Nella sezione dedicata alle attività del Consiglio comunale si parla, tra l’altro, del futuro bosco urbano e dell’accettazione dell’eredità Gandini alla biblioteca Delfini.

Azioni sul documento