Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2018 / Giugno / MEMO, IL COMUNE: “NESSUNA IPOTESI DI ESTERNALIZZAZIONE”
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

26/06/2018

MEMO, IL COMUNE: “NESSUNA IPOTESI DI ESTERNALIZZAZIONE”

Il Centro resta parte integrante del Settore Istruzione. Sul personale: organico di Memo invariato dal 2014, mentre quello dell’intera amministrazione sceso del 10%

“Il Multicentro educativo Memo del Comune di Modena è e resterà parte integrante del Settore Istruzione e continuerà ad operare a favore del sistema educativo e scolastico modenese”.

Lo afferma il Comune di Modena in risposta alla petizione su piattaforma digitale lanciata da Cgil e Cisl,

 “Questa amministrazione – precisa la lettera dell’amministrazione comunale ai segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil - non ha preso nemmeno in considerazione la prospettiva della esternalizzazione del Multicentro Educativo Memo e non esistono atti o dichiarazioni in tale direzione e, dunque, l’attribuzione arbitraria e strumentale, anche solo in via di ipotesi, di una volontà opposta è perlomeno una grave scorrettezza nei rapporti fra le parti, che, per parte nostra sono sempre stati improntati, al di là delle possibili divergenze, sulla trasparenza e il rispetto delle posizioni degli interlocutori”.

 “Per quanto riguarda la riorganizzazione presentata alle Ooss, alle Rsu e al personale del MeMo nel 2017 – continua l’amministrazione - dal mese di novembre è stato assegnato un coordinatore pedagogico in staff al responsabile del Centro e la Giunta ha deliberato l'assunzione, attraverso mobilità, di un istruttore direttivo, che prenderà servizio nel mese di agosto completando il tal modo l’organico.

Quanto alla sostituzione dei quattro dipendenti dimissionari, di cui l'ultimo il 31 dicembre 2018, il sindacato per primo dovrebbe sapere che il Comune è sottoposto a procedure e vincoli purtroppo non aggirabili, ma che il settore dell’istruzione è stato fin qui difeso e privilegiato dall’amministrazione anche in materia di personale. Mentre il personale dell’ente è sceso del 10% dal 2014 ad oggi, l’organico di Memo è rimasto invariato”.

Azioni sul documento