Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

04/09/2018

IN MUNICIPIO LA VELOCISTA MODENESE RAPHAELA LUKUDO

Martedì 4 settembre l’atleta della nazionale italiana ha incontrato il sindaco Muzzarelli e l’assessore allo Sport Guerzoni

Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha incontrato in Municipio oggi, martedì 4 settembre, la velocista modenese Rapahela Lukudo che lo scorso giugno ha vinto la staffetta 4x400 ai Giochi del Mediterraneo a Tarragona, in Spagna, per poi partecipare anche agli Europei di Berlino.

L’atleta è arrivata in Municipio accompagnata da Maurizio Borsari e Gianni Ferraguti, della società di atletica La Fratellanza, ed è stata ricevuta dal sindaco e dall’assessore allo Sport Giulio Guerzoni che le hanno espresso le loro congratulazioni per i buoni risultati conseguiti. “Un orgoglio per Modena – ha sottolineato il sindaco – visto il grande legame con la città che l’ha vista muovere i primi passi come atleta e con la quale ha mantenuto un legame molto forte”.

Un legame che Raphaela, impegnata spesso a Roma per gli allenamenti e all’Università (frequenta Scienze motorie) ha confermato: “Casa mia è qui”. Il sindaco e l’assessore Guerzoni le hanno donato la riproduzione di un Grosso in argento, l’antica moneta modenese, e il volume di Franco Fontana “Modena Effetto notte”

Raphaela Lukudo, 24 anni compiuti il 29 luglio, nata ad Aversa, in provincia di Caserta da una famiglia originaria del Sudan, infatti, si è trasferita a Modena all’età di 2 anni. Ha scoperto l’atletica nel 2006 cominciando a correre con la società Mollificio modenese, poi confluita nella Fratellanza, e subito si è rivelata una grande promessa sulla distanza dei 400 metri. In forza all’Esercito, dal 2015 si allena con Marta Oliva, a Roma, nel centro sportivo della Cecchignola. Il suo ultimo grande risultato è stato la medaglia d’oro nella staffetta 4x400 ai Giochi del Mediterraneo ottenuta insieme a Maria Benedicta Chigbolu, Libania Grenot e Ayomide Folorunso. Prossimi obiettivi da raggiungere: i Mondiali nel 2019 e le Olimpiadi l’anno dopo.

Azioni sul documento