Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2019 / Novembre / CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE / 2 – IL PROGRAMMA
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

08/11/2019

CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE / 2 – IL PROGRAMMA

Seminari di formazione su comunicazione, lavoro, educazione; incontri, conversazioni, spettacoli e raccolte di fondi per la Casa contro la violenza sulle donne

Ad aprire il calendario, il seminario di formazione “Stop alle violenze di genere: formare per fermare”, in programma alla Casa delle donne, mercoledì 13 novembre dalle 9 e per tutto il giorno, a cura del Centro documentazione donna e della Fondazione di Modena. La giornata si concentra sul tema del cambiamento della comunicazione della violenza di genere per contrastare gli stereotipi e promuovere una rappresentazione non discriminante della realtà. Due le sessioni previste, una al mattino di inquadramento teorico generale, su “Stereotipi e discriminazioni di genere”, e una al pomeriggio su “Strumenti, ricerche e buone prassi: indicazioni per una corretta informazione”. Il seminario, al quale intervengono docenti universitari e giornalisti, è pensato in particolare per i giornalisti ed è aperto a tutti.

Due gli incontri, a ingresso libero, in programma nel weekend di sabato 23 e domenica 24 novembre, entrambi nell’auditorium della Fondazione Biagi. Sabato 23, alle 17.30, la giornalista Lilli Gruber, intervistata dalla direttrice della Gazzetta di Modena Roberta Giani, presenta il libro “Basta! Il potere delle donne contro la politica del testosterone”, un reportage con dati e storie che delinea una strategia per le donne e coinvolge gli uomini per un cambiamento delle regole. Domenica 24 novembre, alle 18, va in scena “Senza temere baci diseguali. Donne e uomini tra immagini, mito e poesia” con Annalisa De Simone, Michela Murgia e Lorenzo Pavolini impegnati in una conversazione a tre voci in cerca delle radici del nostro immaginario collettivo per riflettere sulle strategie per cambiare la prospettiva. Le letture sono a cura di Daniele Cavone Felicioni; l’evento si svolge nell’ambito del progetto “Mettiamoci in pari” promosso dalla Fondazione di Modena, dal Centro documentazione donna e da Ert.

Lunedì 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne, al mattino alla Casa delle donne si svolge una manifestazione dedicata al mondo della scuola e dell’università.

Mercoledì 27 novembre, alle 14.30, alla Camera di commercio, si svolge l’incontro “La contrattazione per contrastare discriminazioni, molestie e violenze, a cura delle Organizzazioni sindacali. Alle 17.30, al Dipartimento di studi linguistici e culturali di Unimore, in largo Sant’Eufemia, a cura di Unimore, si parla di “Violenza maschile contro le donne. Dal femminismo degli anni 70 alle attuali lotte”.

Il programma prevede anche, il 26 novembre al cinema Astra, la proiezione del film “Donne nel caos venezuelano” della regista Margarita Cadenas che sarà presente. Il 28 novembre, alle 18 alla Casa delle donne, la conferenza “Buone e cattive pratiche della narrazione della violenza” con la giornalista Monica Pietrangeli e la Casa delle donne contro la violenza. Sempre alla Casa delle donne, sabato 30 novembre, alle 17 il laboratorio esperienziale per genitori “Le radici del rispetto: educare i figli alla non violenza”, a cura dell’associazione Differenza maternità. Sabato 30 è in programma anche l’Iwa Modena charity gala, organizzato dall’International women’s association Modena per raccogliere fondi per la Casa delle donne contro la violenza. Con lo stesso obiettivo il 22 novembre si svolge l’asta benefica con sorprese musicali al Salotto Aggazzotti che il 24 novembre propone anche la lettura scenica tratta da “Conciliare stanca” con l’attrice Claudia Zappia.

 

 

Azioni sul documento