Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2019 / Novembre / SICUREZZA A CITTANOVA/2 – GLI INTERVENTI IN CONSIGLIO
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

14/11/2019

SICUREZZA A CITTANOVA/2 – GLI INTERVENTI IN CONSIGLIO

Il dibattito sulle interrogazioni di Manicardi (Pd) e Parisi (Modena solidale)

Le interrogazioni di Stefano Manicardi (Pd) e Katia Parisi (Modena solidale) sulla sicurezza a Cittanova hanno dato vita a un dibattito nella seduta del Consiglio comunale di giovedì 14 novembre.

Il capogruppo di Lega Modena Antonio Baldini ha ricordato che Modena risulta quarta in Italia per furti in abitazione e ha riportato quanto segnalato da alcuni cittadini: “Mi descrivono una situazione in peggioramento a Cittanova ma anche a Marzaglia e Cognento. I controlli delle pattuglie della Municipale dicono non essere frequenti e viene segnalata una scarsa illuminazione in alcune zone di sera. Quella dei furti in abitazione – ha proseguito – è una tipologia criminale di bande organizzate che compiono reati su commissione e vengono da fuori. Si tratta di soggetti privi di fissa dimora o non identificabili, che accettano il rischio di trovarsi di fronte i proprietari e di dover ricorrere alla violenza”.

Nella replica, il consigliere Manicardi si è detto soddisfatto delle risposte. “Per Cittanova così come per altre frazioni – ha proseguito – l’interesse dell’Amministrazione a fare incontri e discutere dei problemi è molto alto, così come l’attenzione che viene riposta per il territorio sul tema sicurezza e altri. È meritorio che siano già attive azioni per trovare soluzioni. Il controllo di vicinato a Cittanova, di cui faccio parte, credo sia attivo e particolarmente presente sul territorio e ritengo che i controlli della Municipale, anche in borghese, siano aumentati. Credo che questa sia la strada corretta e che si debba continuare a chiedere al Governo maggiori controlli, indipendentemente dal colore politico”.

Anche Katia Parisi ha detto di accogliere favorevolmente quanto riportato dal sindaco. “Auspico – ha aggiunto – la prosecuzione di questo percorso di ascolto e risoluzione delle problematiche delle periferie”.

Concludendo, il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha assicurato che continuerà a valorizzare la funzione delle Forze dell’Ordine e il peso che deve essere riconosciuto alla nostra Questura e ha ricordato come la posizione di Modena nelle graduatorie nazionali sia il risultato delle denunce presentate dai cittadini, “un comportamento che va incoraggiato”, e ha quindi invitato anche il consigliere intervenuto a denunciare fatti di cui fosse a conoscenza. Infine, Muzzarelli ha ribadito l’importanza e l’impegno a continuare a lavorare sia per interventi di riqualificazione che per i servizi di controllo, in ogni luogo e in tutte le frazioni, evidenziando il grande contributo dato dai cittadini in questi anni, attraverso il Controllo di Vicinato che vede impegnate ormai circa 2000 persone che ha ringraziato ribadendo: “L’obiettivo è lavorare tutti insieme per le sicurezze”.

 

Azioni sul documento