Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2019 / Novembre / VARIAZIONE, RISORSE PER EX FONDERIE E CANALI DI SCOLO
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

22/11/2019

VARIAZIONE, RISORSE PER EX FONDERIE E CANALI DI SCOLO

Con la manovra finanziaria approvata in Consiglio comunale anche un mutuo a interessi zero per il primo stralcio dei lavori all’impianto di atletica

Una quota di 705 mila euro del cofinanziamento del progetto di riqualificazione delle ex Fonderie, un finanziamento di 112 mila euro per realizzare interventi di messa in sicurezza del sistema idraulico dei canali di scolo e un mutuo con il Credito sportivo per quasi 440 mila euro che servirà come quota del finanziamento del primo stralcio di interventi previsti sull’impianto di atletica della Fratellanza  e che non prevede interessi a carico del Comune: grazie alla partecipazione al bando “Sport missione Comune”, infatti, gli interessi sono azzerati e basterà restituire il prestito in 15 anni.

Sono alcuni dei principali elementi della settima e ultima Variazione di bilancio del 2019 approvata giovedì 21 novembre dal Consiglio comunale di Modena. Con la manovra finanziaria, illustrata dal vicesindaco e assessore al Bilancio Gianpietro Cavazza, viene applicata l’ultima quota dell’avanzo di amministrazione 2018 determinato con l’approvazione del consuntivo alla fine di aprile: quasi 49 mila euro per la parte corrente e 818 mila euro per il conto capitale. Con il provvedimento, ha sottolineato Cavazza, entrano nel bilancio comunale anche il contributo di circa 700 mila euro per i danni pubblici sulla grandine e i 970 mila euro di contributo della Regione che hanno consentito l’abbattimento (“all’insegna dell’equità”) delle rette dei nidi per questo anno scolastico: sia attraverso la compensazione di minori entrate nelle strutture comunali sia per finanziare i rimborsi compensativi dovuti ai gestori di nidi appaltati e convenzionati.

La Variazione, che rappresenta anche la verifica degli equilibri di bilancio, è stata approvata con il voto della maggioranza (Pd, Sinistra Per Modena, Verdi, Modena Solidale) e il voto contrario del Movimento 5 Stelle; si sono astenuti Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia-Popolo della famiglia.

I lavori di restauro e riqualificazione della palazzina delle ex Fonderie, che diventerà sede dell’Istituto storico, partiranno entro giugno. Nei giorni scorsi è stato firmato l’Accordo di programma con la Regione Emilia-Romagna per il contratto di rigenerazione urbana che mette a disposizione risorse regionali per un milione e mezzo di euro. Il costo complessivo del primo stralcio per la realizzazione nell’area del Distretto per l’Accelerazione e lo Sviluppo della Tecnologia (Dast) è di tre milioni e 707 mila euro e la variazione consente il cofinanziamento dell’intervento sul quale è previsto anche un contributo della Fondazione di Modena.

L’intervento sulla pista di atletica della Fratellanza avrà un valore complessivo intorno ai due milioni; il primo stralcio funzionale, che costerà circa un milione, sarà finanziato con un contributo della Fondazione di Modena e l’intervento economico del Comune che, diversamente dal previsto, avverrà grazie al mutuo a interessi zero, liberando quindi risorse per finanziare altri progetti.

La variazione prevede, in conto capitale, per un valore complessivo di oltre 19 milioni di euro, anche le anticipazioni al 2019 degli interventi previsti nell’ambito del federalismo demaniale e alcune contabilizzazioni, cioè interventi realizzati da altri soggetti sul patrimonio comunale o beni acquisiti a titolo gratuito.

La manovra sulla spesa corrente ha un valore di 653 mila euro e il vicesindaco Cavazza ha sottolineato, in particolare, i maggiori contributi (610 mila euro) per l’assistenza agli alunni disabili nelle scuole, un contributo di 85 mila euro dell’Agenzia regionale per il centro unificato di Marzaglia e l’assegnazione da parte della Regione di risorse integrative al fondo sociale locale per 121 mila euro. La Fondazione di Modena, inoltre, ha finanziato con 40 mila euro la realizzazione di un progetto di mediatore scolastico.

Marco Forghieri del Pd è intervenuto in dichiarazione di voto ricordando che “gli impegni sulla rigenerazione urbana e sulla scuola sono elementi ricorrenti e vanno nella giusta direzione”. Forghieri ha espresso anche soddisfazione per i contributi destinati agli interventi per le riparazioni ai danni della grandine nelle scuole, in alcune strutture sportive e per il ripristino della sicurezza stradale.

Azioni sul documento