Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2019 / Febbraio / EX MERCATO BESTIAME, PRENDONO IL VIA LE DEMOLIZIONI
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

05/02/2019

EX MERCATO BESTIAME, PRENDONO IL VIA LE DEMOLIZIONI

Nei prossimi giorni saranno abbattuti il muro su via del Mercato e parte della vicina palazzina. Intanto si stanno concludendo i lavori di bonifica dall’amianto

Sono partiti questa mattina, martedì 5 febbraio, i lavori di demolizione nell’area dell’ex mercato Bestiame dove si sta anche concludendo l’intervento di bonifica dal cemento amianto delle coperture.

In questa fase i lavori di demolizione coordinati dal Settore Lavori Pubblici del Comune di Modena e appaltati all’impresa Beta Più per un importo di 50mila euro (la stessa impresa sta realizzando l’intervento di bonifica per complessivi 22mila euro) interesseranno il lungo muro di cinta e parte della vicina palazzina che potrà scomparire definitivamente con gli interventi successivi previsti nell’ambito del Progetto Periferie. L’area dell’ex Mercato rientra infatti nel progetto periferie “Ri-generazione e innovazione” per l’area nord della città.

La demolizione del muro che separa via del Mercato dalla zona un tempo adibita a parcheggio dell’ex mercato bestiame, renderà l’area aperta e ben visibile dalla sede stradale, al fine di contrastare lo svolgimento di eventuali attività illegali all’interno e di rendere più agevoli i controlli. L’area dell’ex mercato bestiame, compresa tra via del Mercato, via Massarenti, via Finzi, via Canaletto sud, la cui proprietà è divisa tra il Comune e diversi soggetti privati, è già infatti stata oggetto di diversi sopralluoghi da parte della Polizia municipale, ma l’ampiezza e la complessità che la caratterizzano rende difficoltosa l’attività di presidio e controllo da parte delle Forze dell’ordine.

Subito dopo l’abbattimento del muro, le ruspe si sposteranno sull’edificio a due piani che costeggia via del Mercato per diverse decine di metri. La struttura un tempo ospitava le celle frigorifere e i locali della direzione dell’ex mercato. Saranno demoliti proprio questi locali, in cui a più riprese sono stati trovati segni di occupazione abusiva nonostante i controlli periodici (un ultimo e massiccio intervento di sigillatura degli infissi, oltre che di pulizia, è stato realizzato lo scorso novembre).

Entro il mese di marzo si concluderanno dunque i lavori per la demolizione della recinzione muraria e di parte del vicino edificio.

Gli interventi per l’abbattimento completo dell’immobile come delle altre palazzine che costituivano l’ex Mercato, potranno invece rientrare nell’ambito del progetto periferie “Ri-generazione e innovazione” per l’area nord della città, che proprio nell’area dell’ex mercato bestiame prevede anche di realizzare la Scuola innovativa la cui progettazione, a cura del settore Lavori pubblici, sarà pronta a giugno.

Poco distante, sempre nell’area nord, poche settimane fa sono inoltre partiti i lavori per la realizzazione di un nuovo parchetto in fondo a viale Gramsci. Nell’area verde ampliata, che andrà fino alla tangenziale, sono previsti un campo da calcetto e uno da basket attrezzati, due nuove aree giochi accessibili anche ai bambini con disabilità, un’area cani e un nuovo impianto di illuminazione a led, secondo una progettazione che tiene conto anche di aspetti finalizzati a rendere più sicura la frequentazione del parchetto. Il progetto esecutivo di riqualificazione e ampliamento dell’area verde, curato dai tecnici comunali, prevede un investimento di 250 mila euro finanziati per 150mila euro con fondi comunali e per la restante parte con fondi regionali nell’ambito delle Politiche per la sicurezza. I lavori saranno ultimati nelle prossime settimane.

Inoltre, viale Gramsci rientra nel pacchetto delle strade cittadine in cui saranno realizzati interventi di asfaltatura straordinaria nei tratti di manto stradale ammalorato, oltre che di ripristino della segnaletica orizzontale. I lavori saranno appaltati ad aprile e dovrebbero iniziare il mese successivo.

Azioni sul documento