Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2019 / Marzo / CONTROLLANO LA RESIDENZA, TROVANO 500 GRAMMI DI “ERBA”
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

02/03/2019

CONTROLLANO LA RESIDENZA, TROVANO 500 GRAMMI DI “ERBA”

Arrestato un 22enne fermato per un controllo dalla Polizia municipale venerdì 1 marzo alle 12 vicino al centro di Modena. Nella direttissima convalida dell’arresto e obbligo di firma

Dopo averlo fermato per un controllo, gli operatori della Polizia municipale di Modena gli hanno trovato mezzo chilo di marijuana nell’armadio di quella che indica come sua residenza in attesa di registrazione all’anagrafe. Un giovane cittadino marocchino di 22 anni, incensurato, è stato arrestato da operatori della Municipale in servizio di controllo del territorio venerdì 1 marzo, a mezzogiorno circa, in un viale a ridosso del centro storico cittadino.

Processato per direttissima nella mattina di sabato 2 marzo, è stato convalidato il suo arresto per il reato di detenzione di stupefacenti, e il Tribunale di Modena ha disposto per lui la misura cautelare dell’obbligo di firma in Questura, in attesa delle successive fasi processuali.

La pattuglia della Municipale modenese autrice dell’arresto aveva fermato il giovane per un semplice controllo dei documenti, che erano in regola salvo che in Anagrafe risultava irrintracciabile. Il ragazzo si è giustificato spiegando che aveva in corso una richiesta di cambio di residenza e ha anche indicato agli agenti quale era l’indirizzo nuovo, in via Caselle nel centro storico cittadino. Gli operatori vi si sono recati per una verifica e, guardando nell’armadio per controllare se ci fossero suoi vestiti hanno sentito un forte odore di marijuana. Da una ricerca più approfondita è stato così trovato e sequestrato un sacchetto contenente circa 500 grammi di marijuana, che ha determinato il suo arresto per detenzione.

Azioni sul documento