Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

23/03/2019

RIFIUTI, TORNA LA CAMPAGNA CONTRO GLI ABBANDONI

Il Comune di Modena ed Hera ripropongono il programma di pulizie straordinarie e iniziative che quest’anno coinvolge anche volontari e associazioni

Con l’arrivo della primavera ripartono anche le attività straordinarie di pulizia e le iniziative di informazione e promozione dei servizi per il contrasto agli abbandoni dei rifiuti. La campagna, promossa per il terzo anno consecutivo dal Comune di Modena e da Hera, ha l’obiettivo di ottenere, con la collaborazione dei cittadini, una città più bella e pulita e quest’anno propone due novità: due squadre di tutor ambientali dedicati alle attività di informazione e formazione, e la collaborazione con alcune realtà dell’associazionismo modenese: il gruppo Modena 6 dell’Agesci, la storica associazione Viveresicuri e il comitato Anziani Orti S. Agnese e S. Damaso che gestisce gli orti per gli anziani.

La campagna 2019 per il decoro ambientale è stata presentata questa mattina, sabato 23 marzo, nel corso di un incontro pubblico alla Galleria Europa, dall’assessora all’Ambiente Alessandra Filippi e da Paolo Paoli, responsabile Servizi ambientali di Modena, Gruppo Hera, insieme a Ercole Toni, presidente associazione Vivere sicuri; Viliam Martinelli, presidente comitato Anziani e orti; Andrea Zivieri, gruppo Agesci Modena 6.

Per promuovere un dialogo ancora più stretto con i modenesi, sono state create due squadre di tutor ambientali, professionisti che svolgeranno la loro attività di formazione e informazione rispetto alle corrette modalità di separazione dei rifiuti sia tra le vie della città – già a partire da lunedì 25 marzo – sia presso i più animati centri di aggregazione, secondo un calendario in sintonia con le iniziative e le caratteristiche di ogni quartiere. I primi eventi in programma sono, infatti, il Carnevale di Modena Est, domenica 24 marzo in piazza Liberazione e la Giornata mondiale della salute, domenica 7 aprile, in piazza XX Settembre.

Oltre al progetto “tutor ambientali”, quest’anno la campagna si avvale del contributo dei volontari che collaboreranno nell’attuare azioni di educazione ambientale e di presidio del territorio ancora più capillari: saranno infatti proprio i volontari ad assicurare un controllo puntale del territorio, in affiancamento a tutor ambientali professionali messi a disposizione da Hera. Assieme a loro, i volontari forniranno suggerimenti ai cittadini promuovendo i progetti ambientali in corso come, per esempio, “Riciclandino”, e il corretto utilizzo dei servizi disponibili (le stazioni ecologiche, il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti). Daranno inoltre un importante supporto avvertendo Hera in caso di situazioni di degrado e promuovendo l’uso dei canali di contatto e segnalazione che la multiutility mette a disposizione come il Rifiutologo e il Servizio clienti telefonico. Infine, promuoveranno comportamenti sostenibili nella gestione dei rifiuti e del rispetto dell'ambiente con l’obiettivo di elevare il grado di conoscenza e consapevolezza della collettività sui temi e sull’importanza della raccolta differenziata. Soprattutto, queste squadre speciali di volenterosi, che saranno riconoscibili attraverso una pettorina personalizzata con lo slogan “Modena Città Pulita”, daranno il “buon esempio”: una delle finalità dell’iniziativa, infatti, è quella di attivare un’emulazione virtuosa che gradualmente porti tutti a prendere coscienza che sono i piccoli comportamenti individuali a fare la differenza.

Oltre alle tre “nuove” associazioni che da quest’anno presteranno il loro tempo per la tutela del decoro urbano, si conferma e rinnova la collaborazione con Gev e Gel, che manterranno il fondamentale ruolo di presidio della città, con l’obiettivo di identificare eventuali comportamenti scorretti così da promuovere una cultura del rispetto ambientale. Il loro primo compito sarà dunque formare cittadini e imprese interessate, attivando, se necessario, ad avviare l’iter sanzionatorio.

Azioni sul documento