Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2019 / Maggio / MOZART “RISUONI TRA CARTE E NOTE” A POLETTI E ARCHIVIO
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

16/05/2019

MOZART “RISUONI TRA CARTE E NOTE” A POLETTI E ARCHIVIO

Sabato 18 maggio iniziative a Palazzo dei Musei per il grande musicista. Apertura della biblioteca d’arte, incontro sulla Biennale di Venezia, mostra libri d’artista

In occasione del “Nessun dorma” la notte bianca modenese 2019, sempre insieme con la Notte europea dei Musei e quest’anno anche con Motor Valley Fest, l’Archivio Storico comunale e la Biblioteca Poletti invitano a Palazzo dei Musei per iniziative dedicate al grande compositore Wolfang Amedeus Mozart.

Si intitola “Risuoni tra carte e note” quella in programma all’Archivio, al primo piano del Palazzo di largo Sant’Agostino, che propone tre visite guidate alle sale dell'archivio e ai suoi tesori, accompagnati da melodie di Mozart, eseguite da allievi dell'Istituto superiore di studi musicali Vecchi – Tonelli di Modena e Carpi.

Gli interventi musicali che precedono e seguono le visite a cura di Archimedia, saranno eseguiti dagli allievi dei corsi di Alta formazione musicale delle scuole di flauto e clarinetto del Vecchi Tonelli, che suoneranno trascrizioni originali dell’epoca di arie e composizioni di Mozart.

Il Duo Laganà- Poidomani (Andrea Laganà ed Eleonora Poidomani, flauti) eseguirà arie dal “Don Giovanni” e dal “Così fan tutte”, mentre lo Zart Trio (Elena Cavani, Annarita Barbieri e Silvia Torri, clarinetti) suoneranno i “Divertimenti n. 3 e 4”.

Per l'occasione saranno esposti, oltre a manifesti della rappresentazione del “Così fan tutte” rappresentato al Teatro Comunale di Modena nella stagione lirica 1974-1975, alcuni bozzetti scenografici realizzati da Koki Fregni (1930 – 1994) sempre per il “Così fan tutte” al Teatro Comunale di Firenze nel 1972 per il Maggio Fiorentino, selezionati dalla Raccolta della Galleria Civica e prestati da Fondazione Modena arti visive. Inoltre, saranno presentati rari spartiti a stampa ottocenteschi relativi a melodie mozartiane, conservati alla Biblioteca del Vecchi - Tonelli.

Durata di ogni intervento 45 minuti circa. L'accompagnamento musicale e l'accesso all'Archivio sono consentiti anche negli intervalli tra le singole visite guidate.

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Non si accettano prenotazioni. Nell’occasione apertura straordinaria dell'archivio storico dalle 18.30 alle 24.

Nella Sala di lettura della biblioteca civica d'arte Luigi Poletti alle 21 si svolge invece Chi ha scritto il Requiem di Mozart?”, conferenza-concerto per riscoprire un capolavoro, condotta da Giulia Manicardi e Alberto Castelli. Il Requiem di Mozart, infatti, deve parte del suo fascino all’incompiutezza e al mistero che circonda la sua genesi. E non è un caso che la sua vicenda abbia dato vita ad un film famosissimo (“Amadeus” di Milos Forman).

La serata, ideata con la partecipazione e interventi musicali del coro Luigi Gazzotti guidato da Giulia Manicardi, propone un viaggio tra musica, parole e arte, per raccontare la vicenda umana e compositiva del capolavoro mozartiano, che ancora affascina e stupisce. Ed è anche un'anteprima dell'esecuzione del Requiem venerdì 24 maggio alla Chiesa di Sant'Agostino con la partecipazione del Coro Luigi Gazzotti, del Romanistik Chor Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera e dell'Orchestra Bruno Maderna, con la direzione di Giulia Manicardi.

Sempre sabato 18 maggio alle 18, nella Sala ex Oratorio a piano terra di Palazzo dei Musei, si svolge un appuntamento del ciclo a cura della biblioteca Poletti “Andar per mostre, città e musei”. L’incontro, a partecipazione libera fino a esaurimento posti è dedicato alla Biennale di Venezia, di cui parlerà Matteo Giannasi, consulente dell'area educational dell’esposizione internazionale d'arte ai Giardini e all’Arsenale di Venezia, allestita fino al 24 novembre 2019.

La biblioteca civica d’arte Luigi Poletti, che sabato 18 maggio osserva anche l’apertura straordinaria dalle 17 alle 24, nello stesso giorno inaugura anche una piccola mostra intitolata “20+1 anni di Libri d'artista alla Biblioteca Poletti”, realizzata ventun anni dopo la prima dedicata ai libri d'artista di Giuliano Della Casa, che espone fino al 31 luglio una minima parte della collezione di oltre 2.200 libri che nel frattempo si è costituita. I 40 volumi esposti rappresentano la varietà di opere costituenti il Fondo Libri d'Artista della Poletti.

Informazioni al tel. 059 2033372; online (www.comune.modena.it/biblioteche).

Azioni sul documento