Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2019 / Settembre / ADOLESCENTI / 2 - RELAZIONI, SOLITUDINE, CORPO E LEGALITÀ
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

28/09/2019

ADOLESCENTI / 2 - RELAZIONI, SOLITUDINE, CORPO E LEGALITÀ

Da ottobre a marzo altri sei incontri con pedagogisti, psicoterapeuti, medici e giornalisti

Dopo l’incontro di apertura in programma nella serata di lunedì 30 settembre alle Marconi, i successivi incontri del ciclo “Adolescenti e genitori tra dialogo e ascolto: relazioni, solitudine, corpo, social, legalità” si svolgeranno alla scuola Ferraris dalle 9.30 alle 12.30 nelle mattinate del 19 ottobre, 23 e 30 novembre, 25 gennaio, 29 febbraio e 7 marzo.  

Il 19 ottobre si svolgerà “L’adolescenza come età dell’Oro? Vulnerabilità e risorse del corpo e della mente. Il fenomeno dell’autolesionismo. Aspetti fisiologici dell’adolescenza”. Interverranno Dante Zini di Aou - Disturbi Alimentari e le psicologhe psicoterapeute Laura Tieghi e Valentina Fasoli che spiegheranno emozioni e relazioni tipiche dell’adolescenza che segue un itinerario naturale o, viceversa, quando l’itinerario è critico e quindi portatore di sofferenza o di fenomeni di autolesionismo. L’obiettivo è sensibilizzare i genitori, anche attraverso la testimonianza di un altro genitore, sul problema dei disturbi alimentari, insegnando anche a riconoscerne i primi segnali.  

I successivi due incontri, il 23 e il 30 novembre, rientrano anche nel progetto Legalità e territorio, cofinanziato dalla Regione in attuazione agli obiettivi del Testo Unico (legalità) n°18/2016. I due incontri sono in continuità con la formazione sulla didattica della legalità realizzata con gli insegnanti lo scorso anno. 

L’obiettivo è evidenziare le problematiche della “pedagogia mafiosa” quale pedagogia diffusa che non si limita ad ambiti specifici, ma si connette intimamente a tutte le sfere dell’educazione e della vita delle persone. In questa seconda fase della Didattica della legalità parteciperanno anche i genitori coinvolti nel percorso formativo realizzato anche con la collaborazione di Libera.

Il 23 novembre Michele Gagliardo, responsabile dell’associazione nazionale Libera, parlerà appunto di “Dalla pedagogia mafiosa alle radici di una educazione alla legalità e alla crescita civile”. Si intitola invece “Siamo tutti cattivi nelle storie degli altri: come educare alle buone relazioni” l’intervento che svolgerà il 30 novembre la psicologa psicoterapeuta Rossella Benedicenti.

Il 25 gennaio Cristina Medici e Linda Fusara del Ceis dialogheranno con i genitori su “Adolescenza tra solitudine popolarità”; il 29 febbraio sarà la volta di Gustavo Savino del Centro Antidoping di Medicina dello Sport e Lara Valenti per “Quando lo sport fa male”; infine il 7 marzo, con Gianluca Dotti e Giorgia Pifferi, focus sui giochi di ruolo on line per capire quanto possono modificare le relazioni e la percezione della realtà.

Azioni sul documento