Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Febbraio / MODENANTIQUARIA, MUSICA PER I TUOI OCCHI A PALAZZO DEI MUSEI
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

13/02/2020

MODENANTIQUARIA, MUSICA PER I TUOI OCCHI A PALAZZO DEI MUSEI

Per la prima volta un “fuori orario” della manifestazione nel centro storico. Gli istituti culturali con i loro tesori sono aperti per tutti dalle 20 alle 23 con esibizioni musicali

Musica e arte insieme a Palazzo dei Musei di Modena, che sabato 15 febbraio sarà aperto al pubblico anche di sera, dalle 20 alle 23, con l’iniziativa “Musica per i tuoi occhi”, promossa da Modenantiquaria con il Comune e il Museo Nazionale Gallerie Estensi, nel segno di un rapporto sempre più stretto tra fiera e città. In concomitanza, infatti, con la mostra antiquaria al quartiere fieristico, gli organizzatori promuovono un “fuori orario” tra capolavori ed esecuzioni musicali nel centro storico di Modena, al Palazzo in largo Sant’Agostino e negli Istituti culturali che vi hanno sede e custodiscono tanti tesori del patrimonio artistico della città.

Sabato 15 febbraio il Palazzo dei Musei sarà aperto gratuitamente per tutti dalle 20 alle 23 (ultimo ingresso alle Gallerie Estensi alle 22.30), con esibizioni musicali ad accompagnare e inframezzare le visite. Saranno aperti ai visitatori gli Istituti delle Gallerie Estensi (Lapidario a piano terra, Biblioteca al secondo piano e Galleria al quarto) e gli Istituti culturali del Comune: al piano terra la Biblioteca civica d’Arte Poletti, il Lapidario romano e la Gipsoteca Graziosi; quindi, salendo lo scalone monumentale, l’Archivio Storico comunale al primo, e i Musei civici al terzo piano.

Dalle 20 saranno visitabili gratuitamente le mostre in corso, tra le quali una fresca d’inaugurazione e una in chiusura. Apre infatti il 15 febbraio alla Biblioteca Estense “La mostra infinita. Sette secoli di libri della Biblioteca Estense Universitaria”, con l’esposizione di capolavori come la Bibbia di Borso d’Este. Resterà invece visitabile, soltanto fino a domenica 16 febbraio, sempre gratuitamente ai Musei civici, la mostra “Mezzo secolo nell’arte. Opere dalla raccolta di Giorgio Giusti”.

Per la parte musicale, che prevede anche esibizioni (alle 21, 21.30, 22 e 22.30) di Davide Zanasi e Giovanni Paganelli con strumenti storici conservati ai Musei civici (un organo portativo e una spinetta), e le improvvisazioni al pianoforte di Stefano Calzolari alla Galleria Estense (alle 21 e alle 22), è fondamentale anche la collaborazione con il Salotto Culturale Aggazzotti che proporrà alle 21.30 e alle 22.30 in Gispoteca Graziosi il Trio Lanzini (violino, clarinetto e violoncello di Elisa, Giovanni e Michele Lanzini), e quella con l’Istituto superiore di studi musicali Vecchi – Tonelli. Formazioni di studenti dell’Istituto saranno impegnate a Palazzo in più luoghi: in Archivio Storico suonerà alle 21.30 e 22.30 il Modena Flute Ensemble composto dalle flautiste Simona Evangelista, Eleonora Poidomani e Sarah Santoro che presenterà un programma di Serenate. Alla Biblioteca Poletti si esibirà alle 21 e alle 22 il Quartetto Rosa formato dalle clarinettiste Giovanna Melis, Silvia Torri, Elena Cavani e Macarena Villarroel Cuellar, che eseguiranno musiche di Mozart e Rossini.

Dalle 19,30 alle 23 apertura straordinaria anche per la Caffetteria Palazzo dei Musei. Negli spazi adiacenti al Lapidario romano ospiterà un “aperitivo modenese” a cura di ModenaCatering: calice di vino (evoluzione di lambruschi) e accesso al buffet a 12 euro; 10 euro per i possessori del biglietto di Modenantiquaria.

Azioni sul documento