Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Maggio / MUSEI CIVICI, PRIMO WEEKEND DI APERTURA DOPO IL LOCKDOWN
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

22/05/2020

MUSEI CIVICI, PRIMO WEEKEND DI APERTURA DOPO IL LOCKDOWN

Sabato 23 e domenica 24 maggio visitabili gratuitamente in sicurezza anche le mostre in corso. Nelle prime tre mattine d’apertura una trentina di visitatori. Prenotazioni in crescita

Sono stati una decina in ciascuna delle prime tre mattine di riapertura, i visitatori dei Musei civici di Modena di nuovo accessibili al pubblico da mercoledì 20 maggio con le regole di sicurezza sanitaria, tra cui la richiesta di prenotazione, il contingentamento degli accessi e l’obbligo di indossare le mascherine.

I numeri sono in aumento, com’è prevedibile, per le prenotazioni del fine settimana (per domenica, giovedì erano già 20 i registrati), ma c’è ancora spazio per accedere.

Ai Musei possono infatti entrare 10 visitatori ogni 30 minuti, muniti di mascherina. È richiesta la prenotazione telefonica (Infopoint tel. 059 2033125; orario 9.30 - 12.30); o via e-mail (all’indirizzo palazzo.musei@comune.modena.it), a cui dovrà seguire conferma. Le persone che arrivassero senza prenotazione potranno accedere all’interno dei diversi turni di visita soltanto se i presenti saranno meno di dieci, numero massimo di presenze consentito.

I primi a varcare le porte al terzo piano di Palazzo dei musei e a visitare le sale e le mostre in corso “Anni molto animati” e “Storie d’Egitto” (le mostre sono prorogate rispettivamente fino al 28 giugno e fino a metà ottobre). sono stati uomini e donne perlopiù di mezz’età, con leggera prevalenza dei maschi sulle femmine, provenienti da Modena. Tra loro anche il fumettista Bonfa, Massimo Bonfatti, tra gli autori esposti.

Tra i segnali dello spirito con cui Modena ha affrontato il tempo sospeso del #iorestoacasa c’è una sezione aggiunta alla mostra sull’animazione e il fumetto Made in Mo. Presenta le vignette con cui alcuni autori, nel periodo di blocco, hanno combattuto il virus con le armi dell’ironia, attraverso i social network dei Musei (su Facebook e Instagram museicivicimodena).

Le misure per la sicurezza sanitaria, che sono specificate su cartelli affiancati da indicazioni di percorsi in entrata e uscita, prevedono l’ingresso a Palazzo dei Musei su largo Sant’Agostino e l’uscita su corso Vittorio Veneto. Dal piano terra, che ospita i lapidari e la Gipsoteca Graziosi visitabili negli orari dei Musei, si sale verso gli Istituti con lo scalone. L’uso dell’ascensore è consentito solo a chi ha difficoltà fisiche a fare i gradini, per una persona alla volta salvo necessità di accompagnatore.

I Musei civici sabato, domenica e festivi aprono dalle 10 alle 19- Con lo stesso orario saranno aperti lunedì 1 giugno. Informazioni online (www.museicivici.modena.it).

 

Azioni sul documento