Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Maggio / TERRAMARA MONTALE, RIPARTE IL PARCO “MACCHINA DEL TEMPO”
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

20/05/2020

TERRAMARA MONTALE, RIPARTE IL PARCO “MACCHINA DEL TEMPO”

Il parco archeologico museo all’aperto riapre con misure per la sicurezza venerdì 22 maggio. Si potrà visitare anche al venerdì e al sabato pomeriggio. Domenica 24 “Nei loro panni”

Dopo la chiusura per l’emergenza sanitaria, venerdì 22 maggio riapre il Parco archeologico e Museo all’aperto della Terramara di Montale, nel rispetto delle prescrizioni per il contenimento della diffusione del Covid - 19, e con una novità. Il Parco sarà visitabile da 12 persone ogni ora con mascherine e distanziamento preferibilmente su prenotazione, ma con aperture straordinarie anche di venerdì e sabato pomeriggio, e lunedì 1 giugno, dalle 16.30 alle 19.30 (partenze ogni ora, ultimo ingresso 18.30, l’ingresso costa 3 euro intero e 2 ridotto). L’obiettivo è offrire al pubblico l’opportunità di concludere la giornata all’aperto in compagnia degli operatori del Parco, con brevi visite guidate e una lettura finale per bambini e ragazzi di testi a tema, fra la preistoria e i miti dell’età classica, a cura di Alessandra De Masi, Letizia Cappella e Serena Roncaglia di Mediagroup98.

Sospeso giocoforza il tradizionale programma primaverile, che partiva dal 29 marzo, da domenica 24 maggio fino al 14 giugno riprendono gli appuntamenti nei giorni festivi con una scelta delle dimostrazioni di archeologia sperimentale più gradite al pubblico. Si comincia infatti domenica 24 maggio, con apertura 9.30 - 13.30 e 14.30 - 18.30 e ingressi ogni ora (l’ultimo è alle 17.30). Si parte con “Nei loro panni”, dedicato all’abbigliamento ai tempi delle Terramare; si prosegue il 31 maggio con la dimostrazione sulla fusione del bronzo e il 2 giugno con le tecniche di intreccio dei rami di salice; il 7 giugno è la volta del focus con Orto Botanico Unimore sul rapporto fra terramare e ambiente. L’ultimo appuntamento è in programma il 14 giugno con una dimostrazione sulle antiche tecniche di lavorazione della pelle. Per la sicurezza sanitaria non sarà possibile proporre i laboratori per bambini, ai quali verrà fornito un kit per svolgerli a casa, accompagnato da un tutorial scaricabile anche dal canale YouTube “Musei civici di Modena”.

L’ingresso nei festivi costa 7 euro intero e 5 ridotto (riduzioni e convenzioni sul sito).

Al Parco, dunque, potrà entrare un numero massimo di 12 persone all'ora, meglio se su prenotazione. Per prenotare si può telefonare al numero 335 8136948, dalle 9 alle 12 dal lunedì al venerdì, al numero 059 532020 in orario di apertura del Parco, o si può scrivere una e-mail a museo@parcomontale.it, assicurandosi di ricevere conferma. Per accedere bisogna avere mascherina personale e igienizzare le mani all’ingresso con il disinfettante a disposizione dei visitatori. La visita è guidata dagli operatori, che vigilano sul mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro tra i partecipanti.

Il Parco della Terramara di Montale è un luogo verde in cui, all’insegna di divertimento, conoscenza e sperimentazione, la contemporaneità dialoga con l’antico e dove c’è sempre una nuova esperienza da vivere. Per favorire il ritorno del pubblico più volte nella stessa stagione è stata creata una "fidelity card" con sconti sull'ingresso e, dal 22 maggio, per bambini c’è un album speciale, da completare per ricevere in premio un gadget del Parco.

Per rimanere informati sulle possibili variazioni in merito alle norme di ingresso e allo svolgimento delle attività in caso di maltempo si consiglia di consultare sempre il sito web (www.parcomontale.it)e seguire su Facebook la pagina parcomontale.

Azioni sul documento