Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

27/06/2020

BOSCO DI MARZAGLIA, AUMENTA IL PREGIO AMBIENTALE

Sì al progetto esecutivo per interventi che favoriscono l’insediamento di specie autoctone. I lavori al via entro l’anno anche nell’area verde dell’alta velocità a Villanova

Rafforzare il valore ambientale e la capacità di resistere ai cambiamenti climatici dell’area boscata di Marzaglia e delle aree verdi lungo la linea dell’alta velocità a Villanova, favorendo la crescita di nuove piante autoctone. È questo l’obiettivo dell’intervento di miglioramento strutturale delle due aree programmato dal Comune di Modena e per il quale la Giunta, su proposta dell’assessora all’Ambiente Alessandra Filippi, ha approvato il progetto esecutivo.  

L’intervento, del valore complessivo di 74 mila 680 euro, è reso possibile grazie al finanziamento di 61 mila euro ottenuto dal progetto nell’ambito del bando del Piano di sviluppo Rurale della Regione dedicato, appunto, agli investimenti per accrescere la resilienza e il pregio ambientale di ecosistemi forestali esistenti. L’avvio dei lavori è previsto entro la fine dell’anno.

Per quanto riguarda l’area boscata di Marzaglia, il progetto riguarda la zona della pineta, cioè il nucleo più vecchio dell’Area di riequilibrio ecologico che comprende a nord di via Pomposiana, il polo ambientale del Comune, con il bosco, l’area umida e la Fattoria Centofiori. L’intervento interessa un’area a bosco che era originariamente una pineta artificiale di pino strobo, una specie esotica che, a seguito di attacchi parassitari, ha subito una moria progressiva che, nel corso del tempo, ha portato al disseccamento e al crollo di una buona parte degli alberi. Grazie, però, alle condizioni diversificate che si sono venute a creare, è iniziato l’insediamento di vegetazione spontanea di arbusti e alberi come querce, frassini e olmi che ha dato il via a una successione naturale verso un bosco di latifoglie autoctone.

Per facilitare la transizione verso questo tipo di bosco, più stabile ecologicamente, sono già stati realizzati interventi di taglio per favorire i giovani alberi. Con il nuovo progetto si interverrà per tagliare i pini secchi e rimuovere quelli crollati a terra in modo da favorire l’insediamento di altre piante giovani e la trasformazione verso un bosco “planiziale”, cioè di pianura, costituito da specie autoctone.

Nell’area di mitigazione a verde lungo la linea dell’alta velocità a Villanova, l’intervento consisterà in interventi di diradamento selettivo con l’obiettivo di favorire una crescita equilibrata.

Il progetto prevede, inoltre, anche l’installazione di cartelli informativi e di segnaletica.

Azioni sul documento