Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Luglio / RIPRISTINO DANNI GRANDINE, LAVORI PER OLTRE 800 MILA EURO
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

30/07/2020

RIPRISTINO DANNI GRANDINE, LAVORI PER OLTRE 800 MILA EURO

Al via in agosto gli interventi, per 110 mila euro, sulle scuole che si concluderanno per la riapertura. Da settembre i lavori su edifici comunali per 700 mila euro

Partiranno all’inizio di agosto i lavori su alcune scuole modenesi per ripristinare i danni causati dalla grandinata del 22 giugno 2019 in particolare su impiantistica e coperture termiche. L’intervento, che si concluderà in tempo per la riapertura delle scuole, ha un valore di 110 mila euro e riguarda l’edificio e la palestra della scuola media Cavour, la scuola media Calvino, le elementari Gramsci e Galilei e le scuole d’infanzia Cittadella. I lavori di ripristino rientrano nel secondo stralcio del Piano per gli interventi urgenti di protezione civile approvato dalla Regione Emilia Romagna lo scorso marzo ed è finanziato attraverso il fondo per i territori colpiti dai violenti eventi atmosferici stanziato dal Governo a gennaio 2020.

È invece prevista dopo l’estate la partenza di un ulteriore intervento di ripristino dei danni provocati dalla grandinata su edifici comunali per un valore complessivo di 700 mila euro finanziato grazie al risarcimento assicurativo per i danni subiti che il Comune di Modena ha ottenuto dalla compagna Unipol-Sai. I lavori interesseranno in particolare palazzo Santa Margherita, il cimitero monumentale, le sedi della Polizia locale (dove saranno ripristinati anche i pannelli solari sulla copertura), della banda cittadina e del Quartiere 4, la polisportiva Villa d’Oro, la palestra Barbieri-Braglia. Oltre che sulle lattonerie, si interverrà anche sulle opere murarie per riparare i danni causati dalle infiltrazioni d’acqua.

La grandinata del 22 giugno 2019 ha provocato danni consistenti in numerosi edifici comunali: rottura di lucernari, vetri, coperture in lastre di policarbonato e cupolini; danneggiamento di manti di copertura in guaina e di lattonerie.

Nell’ambito del primo stralcio del Piano regionale per interventi urgenti di protezione civile, sono stati finanziati interventi di ripristino dei danni alle strutture (per un valore complessivo di quasi 190 mila euro) sulle scuole Ferraris, Gramsci, Buon Pastore, San Giovanni Bosco, don Milani, San Geminiano, Cittadella, Collodi, Lanfranco, Marconi e Saliceto Panaro.

Azioni sul documento